Schianto Boeing Etiopia, assessore Tusa a bordo. Dal Kenya: "Nessun sopravvissuto"

Schianto Boeing Etiopia, assessore Tusa a bordo. Dal Kenya:

Tra le vittime italiane il primo nome è quello dell'assessore regionale ai Beni Culturali della Regione Sicilia, Sebastiano Tusa.

Tusa era diretto in Kenya, per un progetto dell'Unesco, dove era già stato nel Natale scorso insieme con la moglie, Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Museo d'Arte contemporanea di Palazzo Riso a Palermo. Il pilota aveva quindi avuto l'autorizzazione a rientrare. A quel punto, avvertita la Presidenza della Regione, sono partiti i contatti con la Farnesina che ancora non ha confermato la notizia ufficialmente.

L'Ethiopian Airlines gode di una buona reputazione in termini di sicurezza, una delle migliori in Africa, sebbene nel 2010 - come ricorda la Bbc - un suo aereo precipitò nel Mar Mediterraneo dopo il decollo da Beirut, in Libano.

Anche una coppia di Arezzo e tre volontari di una onlus di Bergamo - due uomini e una donna - tra i morti della tragedia. Lo ha reso noto la televisione di Stato dell'Etiopia, citando la compagnia aerea che ha informato anche che a bordo vi erano passeggeri di 33 nazionalità diverse, di cui otto italiani.

Tusa è anche assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana ed è Sovrintendente del Mare della Regione.

L'incidente è avvenuto questa mattina alle 8.44 locali: l'aereo era decollato alle 8.38 dall'aeroporto di Bole diretto a Nairobi, in Kenya, ed è precipitato in un'area che si trova a circa 60 chilometri a sud-ovest dalla capitale etiopica.

Sebastiano Tusa dall'11 aprile 2018 ricopriva la carica di assessore ai Beni Culturali per la Regione Siciliana. Il professor Sebastiano Tusa, Soprintendente del mare della Regione siciliana, era stato chiamato proprio in virtù della sua competenza nel settore dell'archeologia marina.