Rose, per noi è un onore sfidare Napoli

Rose, per noi è un onore sfidare Napoli

Gli ospiti ci hanno tenuto molto a precisare che è già tutto esaurito per il match che si disputerà a Salisburgo la prossima settimana, a dimostrazione che da quelle parti l'Europa League scalda i cuori molto più di quanto non avviene qui (saranno al massimo 30.000 gli spettatori domani sera a Fuorigrotta). "La prestazione mi conforta e quindi dobbiamo replicare la stessa intensità contro il Salisburgo".

Obbligatorio ripartire per il Napoli di Carlo Ancelotti, reduce dallo stop in campionato contro la Juventus che vale un distacco di 16 punti dalla vetta della classifica. Detto inoltre del divertente appello a San Gennaro, reo di non aiutare una squadra che produce più occasioni di tutti e ne concede meno, accanto ad Ancelotti sedeva un giocatore centrale nel progetto Napoli come Piotr Zielinski. La squadra è concentrata, il momento è buono e lo hanno dimostrato le ultime partite, nonostante i risultati altalenanti.

Con il Salisburgo "dovremo giocare con molta intelligenza perché loro verticalizzano tanto e sanno sfruttare bene il contropiede". "Possiamo indirizzare la qualificazione che poi naturalmente dobbiamo conquistare in Austria". "Ovviamente giocando in casa abbiamo la necessità e la voglia di comandare il gioco ma bisognerà farlo con attenzione e con il giusto equilibrio", ha avvertito Ancelotti.