Roma, Ranieri: "Basta avere paura. Zaniolo e Kolarov in dubbio"

Roma, Ranieri:

Claudio Ranieri stravolge la routine di Trigoria: conferenza stampa due giorni prima della partita e appuntamento alle 10.30, prima dell'allenamento. Sia Kolarov che Zaniolo non si sono allenati con me e giocatori che non si allenano mi lasciano in dubbio se utilizzarli o meno. "Arrivando da fuori e sapendo che molti hanno problemi fisici devo stare attento a evitare che i piccoli problemi diventino grandi problemi".

In difesa si potrebbe rivedere Fazio: "Fazio per me è un pezzo da novanta, ma i giocatori non sono macchine e possono avere dei momenti negatiivi. Se fanno bene magari li comprano, altrimenti no. Io credo nella voglia di mettersi in mostra".

ATTACCO - Sicuro invece l'impiego della coppia d'attacco Dzeko-Schick: "Non importano i sistemi di gioco - dichiara Ranieri -, l'importante è che i ragazzi si riconoscano nelle loro posizioni e che possano fare il meglio".

Lei ha detto che la squadra non deve avere paura. È importante che la squadra sia compatta, abbia equilibrio" aggiunge il tecnico, spiegando che il gruppo "ha risposto sufficientemente bene sulle prime cose che ho chiesto di fare. In questo momento non posso chiedere di più, la squadra è abituata a giocare in una maniera. "Ma vedo buona predisposizione e concentrazione". È intelligente, sa leggere bene l'azione. "Spero di riaverlo dopo la sosta". "Sono situazioni che vanno calibrate per dare equilibrio alla squadra".

La paura. "Dalla Roma ci si aspetta tanto, arrivo dopo due sconfitte".

Vede che i giocatori hanno paura di farsi male? Testa alla Spal, che affronterà sabato alle 18, e che rappresenta un crocevia fondamentale in lotta quarto posto, visto che domenica sera ci sarà il derby di Milano. "Sono bravi a trovare la soluzione e prenderti in velocità, cercheremo di stare compatti".

Giocatori di passaggio. "Non credo che il giocatore si senta di passaggio e anche se si dovesse sentire di passaggio dovrebbe rendere di più". Se fa bene, altre squadre sono attirate a comprarlo, mentre se fa male non lo prende nessuno. Per lei il sostituto di Florenzi è Karsdorp o considera Santon anche? "Una morte come la sua allo stadio a Cagliari mi colpì molto".