Roma, Di Francesco: "Futuro? Non conta. Importante è qualificarci"

Roma, Di Francesco:

E' una partita lunga, c'è un gol di differenza e dobbiamo essere bravi a difenderlo. Sarà fondamentale avere equilibrio.

Marcano è pronto? In partite di grande livello ha spostato Florenzi più avanti... "Se abbiamo fiducia? La nostra fiducia dipende dal lavoro giornaliero - aggiunge il tecnico nella sala stampa dallo stadio Do Dragao -". Non dirò chi gioca domani, voglio decidere alla fine e vedere le loro facce. "Di certo ogni sfida ha una storia a sé, bisogna guardare alla Roma come a una bella squadra e forte, e noi dobbiamo essere su livelli alti per batterli".

Anche se nelle ultime ore è spuntato pure il nome di Claudio Ranieri, fresco di esonero dal Fulham e che accetterebbe un contratto di soli 4 mesi. "Ci sono cose che al fischio d'inizio si dimenticano. È una partita importantissima per tutti, non solo per me". Il Porto deve obliare il ko contro il Benfica che è costato il primato nel campionato portoghese, la Roma lo schiacciante 3-0 rimediato contro la Lazio sabato scorso. Il pensiero non va a me stesso ma far passare il turno alla Roma. Non è la partita di Eusebio Di Francesco. Domani non gioco io, e questo mi dà fastidio, perché la gente non capisce che domani scende in campo la Roma. I giocatori si sono ritrovati stamattina per l'allenamento in vista del ritorno degli ottavi di Champions, e il tecnico ha parlato nello spogliatoio, dopo aver lamentato ieri l'ennesimo passaggio a vuoto mentale della squadra.