Reddito cittadinanza, Di Maio ora stato si occupa degli invisibili

Reddito cittadinanza, Di Maio ora stato si occupa degli invisibili

Lo ha spiegato all'agenzia Ansa l'avvocato Alberto Guariso dell'Associazione studi giuridici sull'immigrazione (Asgi) che negli ultimi anni ha visto accogliere molti ricorsi in materia di discriminazione.

In un paio di mesi "credo che già riusciremo a depositare i primi ricorsi", probabilmente con una prima "causa pilota al Tribunale di Milano", per sollevare l'eccezione di incostituzionalità della legge sul reddito di cittadinanza che prevede i due requisiti del "permesso di lungo periodo" e dei "10 anni di residenza" per gli stranieri. Questo è il pacchetto di misure che ci consentirà di raggiungere l'obbiettivo di crescita. In vista della giornata di oggi, primo giorno di presentazione delle domanda, e dell'erogazione del reddito e della pensione di cittadinanza nelle prossime settimane c'è stato un "notevolissimo impegno da parte dell'Inps" che ha messo a punto i modelli di domanda "con due giorni di anticipo" rispetto alla scadenza e che permetterà di "avviare l'erogazione del beneficio nei tempi richiesti", ha spiegato. "Il salario minimo e l'abbassamento del cuneo fiscale sono il mio prossimo obiettivo". A sottolinearlo, su Facebook, è il vicepremier Luigi Di Maio. Io penso che il governo non sia a rischio ma la soluzione che vogliamo approvare per soddisfare pienamente quello che è il nostro orientamento.

"Fa sorridere ripensare alle bufale che erano state diffuse ad arte tempo fa che parlavano di code chilometriche - ha continuato Di Maio nel suo discorso sul web - Oggi più che mai si conferma che è falso". All'intervistatore che contestava la metodologia usata per l'analisi costi-benefici, il leader M5s ha sostenuto che è stato usato "un metodo europeo, che viene utilizzato negli studi anche dalla Banca Mondiale" e che "anche senza considerare i minori incassi delle accise sul carburante (dovuto al calo di traffico autostradale ndr) l'ipotesi rimane negativa". Noi siamo stati eletti dicendo agli italiani che noi non avremmo sprecato i soldi pubblici. "Finalmente il benessere dei cittadini e il lavoro sono tornati ad essere priorità".