Prima top gun Usa rivela: "Stuprata da un superiore"

Prima top gun Usa rivela:

E' solo una delle tante donne soldato venuta a testimoniare al Senato in una udienza sugli sforzi dell'esercito per prevenire gli assalti sessuali e migliorare le risposte verso le vittime, in un'epoca in cui il movimento #Metoo non risparmia nessuno e gli assalti sessuali nelle caserme sono saliti del 10% nel 2017. "Ero confusa e mi vergognavo", così ha giustificato il suo silenzio la senatrice repubblicana Martha McSally, durante un intervento al Senato. Si tratta della senatrice repubblicana Martha McSally dell'Arizona che ha rivelato di essere stata stuprata da un superiore quando, prima donna top gun, era in servizio in aviazione.

"Sono una sopravvissuta militare di violenza sessuale".

La McSally è stata la prima top gun a volare in combattimento e ha rappresentato un passo avanti per le donne nella carriera militare, una pioniera. Nel 2001 aveva fatto causa al Pentagono contro l'obbligo per le donne soldato americane in Arabia Saudita di indossare un copricapo fuori dalla base.

La rivelazione di McSally è arrivata meno di due mesi dopo che il senatore Joni Ernst, un veterano dell'esercito, ha dichiarato pubblicamente di essere stata violentata al college da qualcuno che conosceva e che il suo ex marito aveva abusato fisicamente di lei. McSally ha detto che ha quasi lasciato l'Air Force per la disperazione.

E parlando del suo disgusto per le mancate risposte delle forze armate e di molti comandanti che non hanno affrontato il problema della cattiva condotta sessuale, ha aggiunto: "Rimasi inorridita da come veniva gestito il mio tentativo di condividere le mie esperienze". "Come molte vittime, ho sentito che il sistema mi stava violentando di nuovo, ma non ho smesso, ho deciso di rimanere", ha detto dopo aver preso una pausa per riprendersi dall'emozione. La senatrice, che è stata comandante di uno squadrone di aerei d'attacco A-10, è entrata all'accademia militare negli anni Ottanta e ha fatto parte dell'Air force fra il 1998 e il 2010.