Nardi-Ballard: primo report di Alex Txikon da Nanga Parbat

Nardi-Ballard: primo report di Alex Txikon da Nanga Parbat

Oggi invece la visibilità dovrebbe consentire di raggiungere campo 1 e di lì far alzare i droni per sorvolare i 900 metri dello Sperone Mummery dove Nardi e Balkard sono dispersi da otto giorni. Dopo i rifornimenti, però, il gruppo si è dovuto fermare a Skardu e non è riuscito ad arrivare al campo base del Nanga come era previsto.

Nanga Parbat: alpinisti scomparsi.

La solidarietà si muove su internet, e diventa globale, per trovare Tom Ballard e Daniele Nardi. Per l'alpinista di Latina quella linea direttissima, che porta al sovrastante plateau crepacciato e poi agli 8.126 metri della cima del Nanga Parbat, era diventata una vera e propria ossessione, tentata ben cinque volte. "Aveva perso peso a causa dell'altitudine", ha spiegato. "Se non sono stati gia' consumati dalla montagna, quei ragazzi potrebbero sopravvivere lassu' per 10 giorni, anche per 14. Dobbiamo rimanere saldi e sperare". "Grazie all'intervento dell'Ambasciatore Stefano Pontecorvo e alla preziosa collaborazione dell'Aviazione pakistana, questa mattina, alle 12.30 ora locale, due elicotteri della aviazione militare pakistana hanno ottenuto l'autorizzazione definitiva al decollo e al volo fino al campo base del K2".

"Per noi Daniele non è solo un amico, ma anche un fratello - si legge nella presentazione sulla pagina del sito gofundme.com - una fonte di ispirazione per la sua determinazione, semplicità e soprattutto amore per la vita". I velivoli hanno effettuato il volo in assetto di massima allerta essendo la zona del K2 lungo il confine con l'India. "Qui i cuochi, l'ufficiale di collegamento e Ali Sadpara, con gli altri due alpinisti pakistani, hanno predisposto le piazzole di atterraggio".