MotoGp, Marquez: "Vicino al 100%, cercheremo di iniziare nel modo migliore"

MotoGp, Marquez:

Nessuno pretende da Jorge un risultato perfetto alla prima uscita (il team manager Puig è stato il primo a mostrare basse aspettative per l'esordio), ma c'è tanta curiosità su come si comporterà l'ex Yamaha e Ducati per la prima volta in sella alla sua nuova moto in gara.

Jorge indosserà infatti il casco con il logo Chupa Chups in tutte le gare del Motomondiale 2019 e 2020, a partire dall'imminente Gran Premio del Qatar del 10 marzo.

Dovizioso nella conferenza stampa di oggi a Losail ha espresso le proprie sensazioni in vista del weekend e della stagione: "I test sono stati strani, ogni giorni abbiamo trovato condizioni diverse, il vento era molto forte".

Dopo aver sfiorato il titolo nel 2017, il forlivese sperava di giocarselo nuovamente l'anno scorso ma ha sbagliato in alcune occasioni e lo ammette: "Il Mondiale 2018 è stato strano, ho commesso qualche errore".

"Sarà molto interessante, è uno dei motivi chiavi della stagione. Negli ultimi test mi sono sentito molto meglio rispetto ai precedenti in Malesia e ora posso dire che arrivo quasi al 100%" ha rassicurato lo spagnolo. "Non ho resistito alla tentazione di sfoggiare già durante i test pre-stagione il mio nuovo casco Shark contrassegnato dalla mitica margherita di Chupa Chups" ha commentato Jorge Lorenzo. "Per me il motociclismo non è solo sacrificio, passione e impegno, ma è da sempre soprattutto divertimento. Ma non si può mai sapere con Jorge, sarà bello vedere questa lotta tra Lorenzo e Marquez, non so se sarà una cosa positiva o negativa per la Ducati". "E' anche arrivato un anno prima di me in MotoGP". È un numero che voglio ridurre, ma se servono per essere campione del mondo non c'è problema. "Sono tanti piccoli particolari, che messi insieme portano a migliori risultati".

Petrucci in inverno ha lavorato molto bene, anche perché aiutato proprio dal compagno Dovizioso.