Meningite, Reggio Emilia: morta in ospedale ragazza di 19 anni

Meningite, Reggio Emilia: morta in ospedale ragazza di 19 anni

Una nuova vittima della meningite: una ragazza di 19 anni ha perso la vita all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

L'annuncio del decesso è stato dato dall'Azienda sanitaria con un comunicato stampa, nel quale viene spiegato il decorso della ragazza: "La paziente - si legge nella nota riportata da Sky TG24 - è stata ricoverata sabato scorso in condizioni gravissime".

La Ausl di Reggio Emilia ha fatto sapere che le istituzioni sanitarie sono intervenute "tempestivamente" per prevenire la diffusione della malattia "e già da ieri hanno predisposto le misure di profilassi ai contatti stretti del caso e ai contatti stretti ospedalieri". "La direzione aziendale - conclude l'Azienda sanitaria - esprime le piu' sentite condoglianze ai familiari e agli amici della ragazza cosi' prematuramente scomparsa". I tipi di meningococco più diffusi in Italia sono il B e il C; comuni sono anche il tipo A, W135 e Y.

La trasmissione della malattia avviene con l'emissione di goccioline di saliva che si emettono parlando, starnutendo, tossendo e pertanto sono a rischio di contagio le persone che hanno avuto contatto stretto (a distanza inferiore a 1 metro) e prolungato con l'ammalato nei 7 giorni precedenti la malattia. Solo una piccolissima percentuale delle persone che ospitano il meningococco sviluppa la meningite o la sepsi. Il periodo di incubazione varia da 2 a 10 giorni, attestandosi di solito intorno ai 3-4 giorni.