L'Inter come i Borgia, stagione quasi autodistrutta

L'Inter come i Borgia, stagione quasi autodistrutta

In più, il club aveva chiesto espressamente all'argentino di tenere un profilo basso e lui l'ha sfidato ancora una volta con questa uscita più che pubblica non condivisa dalla stessa società. "È in questi momenti che ho deciso di rimanere all'Inter, con l'Inter": lo dice l'attaccante dell'Inter Mauro Icardi in una lunga lettera pubblicata su Instagram. E per amore si può sopportare molto, di tutto, ma non deve mai venire a mancare il rispetto.

"È nei momenti più difficili che si dimostra il vero Amore".

"Quando ho sentito che con i miei gol potevo aiutare l'Inter a essere più forte - scrive Icardi -, di tante cose. All'Inter. Con l'Inter. E nonostante tutto ho sempre deciso di rimanere". Ho giocato con dolori fisici che mi portavano alle lacrime dopo la partita e nei giorni seguenti. Per amore di questi colori. In settimana concluderà il ciclo di cure al ginocchio, poi come Keita potrà sfruttare il campo per provare a fare il bene dell'Inter, anche se non ho capito perché su Keita mi fate un tipo di domanda, relativo all'infortunio, e su Icardi un'altra. Con l'Inter. Per AMORE dei colori nerazzurri. "Il fatto che lo poniate in maniera diversa è perché già voi andate a dire che c'è qualcosa di anomalo nel suo comportamento perché sennò verrebbero messi sullo stesso piano". Poi è chiaro che vado ad analizzare quelle che sono le situazioni della squadra che ho a disposizione: gli infortuni e gli squalificati e ci sono cose oggettive che ti creano anche delle difficoltà per cui in base al risultato era inutile mettere un altro giocatore rapido ma un uomo da mettere in area (Ranocchia ndr) ed è una cosa che si è sempre fatta e si sfruttava bene certe situazioni... andava buttata qualche palla là. Gli occhi dei miei figli non mentono. In una famiglia possono succedere cose belle e brutte. Nella mia storia. All'Inter. Ho realizzato il mio sogno, il sogno di tutti noi tornando in Champions con la squadra di cui ero capitano. "Con l'Inter", ha chiuso Icardi. E' tornata come una tassa l'assenza di energia e determinazione nell'approccio perché la testa di questi ragazzi che indossano il nerazzurro è questa e non la cambi.