Juventus, Allegri elogia Kean e parla dell’infortunio di Dybala

Juventus, Allegri elogia Kean e parla dell’infortunio di Dybala

Per sostituire l'asso portoghese Allegri pensa più a Dybala che a Kean, con l'argentino che completerebbe l'attacco formato da Bernardeschi e Mandzukic.

INFORUNIO DYBALA - "Ha preso un colpo al polpaccio con la nazionale argentina, oggi ha sentito un po' indurire il polpaccio e ho preferito tirarlo fuori perché si rischiava di andare incontro ad un infortunio". Deve migliorare essendo giovane, ma migliorerà. E così sta facendo con Kean che 'centellina' - parola proprio utilizzata da Allegri nel post partita - in attesa che il tempo e le situazioni portino a maturazione un ragazzo che ha tutto per poter diventare un campione.

"Abbiamo incontrato delle difficoltà nel primo tempo perché non riuscivamo a prendere le misure". E in effetti i record sono già tanti: Kean è stato il primo 2000 a esordire in Serie A, il primo 2000 a segnare in Serie A, il primo 2000 a esordire in Champions League, il primo 2000 a segnare con l'Italia U-21 ed è stato anche il primo 2000 a segnare con l'Italia. Ci voleva una vittoria così, di sofferenza, 1-0.

" No, siamo a +18 a 9 dalla fine". Ma perdere una partita, pareggiarne un'altra, dopo diventa complicato se le altre vincono e tu devi vincere. Mancano quattro vittorie. Novità da Ronaldo? "Il ragazzo ha subito delle bordate mediatiche da paura, poi stare dieci giorni in nazionale, giocare due partite, fare due gol, il dispendio di energie mentale è pauroso e ha avuto due giorni, da quando è tornato, non sapeva neanche dove fosse la Continassa, così mi sono detto che se l'avessi messo dentro non avrei avuto nemmeno un cambio e sapevo che l'Empoli per 60-65 minuti ci avrebbe dato noia". "Stamattina ha fatto qualcosa, poi vediamo".