Guardiani della Galassia 3: James Gunn ringrazia per il suo ritorno

Guardiani della Galassia 3: James Gunn ringrazia per il suo ritorno

Il licenziamento di James Gunn dalla regia di Guardiani della galassia Vol. 3 era arrivato l'estate scorsa, dopo che alcuni detrattori del regista - dopo le sue dichiarazioni anti-Trump - avevano ripescato dei suoi vecchi tweet imbarazzanti.

Quello che è successo, però, era sotto gli occhi tutti. La Marvel e la Disney, infatti, hanno deciso di dare una seconda chance a James Gunn, il quale tornerà quindi a dirigere l'atteso cinecomic.

Secondo i vari report, Kevin Feige, presidente della Marvel, sebbene abbia dovuto sottostare alle decisioni di Horn, ha da sempre appoggiato Gunn e ha cercato, in tutti i modi, di mediare e portare al reintegro del filmaker. Voi che ne pensate?

Sebbene sia siano fatti nomi come Taika Waititi o Adam McKay come possibili rimpiazzi, nessuno dei due è stato mai seriamente preso in considerazione visto che Feige, a quanto pare, ha lottato sin dal giorno 1 per usare la sceneggiatura di Gunn e, in secondo luogo, provare a farlo riammettere come regista del terzo episodio, nonostante questo avesse portato ad un posticipo forzato secondo la tabella di marcia dello studio.

Inoltre, la stima degli attori nei suoi confronti ha giocato molto a suo favore, così come il fatto che nel film si sarebbe usato uno script scritto dal regista stesso. Persuaso dalle scuse pubbliche di del regista e dalla sua gestione della situazione, Horn ha deciso di invertire la rotta e riportare Gunn al proprio posto.