Fiorella Mannoia, una "Personale" riflessione su se stessi e sulla vita

Fiorella Mannoia, una

Il peso del coraggio è stato il singolo manifesto che ha anticipato la nuova storia di Fiorella, che viene resa disponibile nei formati CD, in digitale e in una speciale versione vinile per Amazon. Io mi sono sempre esposta e non c'è alcun pentimento nell'esporsi.

L'album è composto da 13 brani, 13 storie che raccontano prese di coscienza, la consapevolezza "che ognuno ha la sua parte in questa grande scena, ognuno ha i suoi diritti, ognuno la sua schiena, per sopportare il peso di ogni scelta, il peso di ogni passo, il peso del coraggio" ("IL PESO DEL CORAGGIO" - di Amara, Marialuisa De Prisco), le riflessioni di una donna che non smette mai di imparare il mestiere della vita, affrontandola "sul campo e mai dagli spalti, senza risparmi" ("IMPARARE AD ESSERE UNA DONNA" - di Federica Abbate, Cheope, Fiorella Mannoia), che sa che non bisogna avere mai paura di alzarsi in piedi, "perché anche un solo passo fa la differenza e uno dopo l'altro diventa resistenza" ("RESISTENZA" - Federica Abbate, Cheope).

"Diciamo che questo titolo si può leggere in due chiavi diverse: personale perchè è la mia visione personale dei sentimenti umani e della realtà che ci circonda e personale anche perchè richiama richiama una personale fotografica. Qui Napoli è solo un pretesto".

Fiorella Mannoia si aggiunge alla lunga lista di personaggi famosi ormai pentiti per essersi fidati del M5s alle ultime elezioni, al punto da regalare il proprio voto ai grillini: "Non mi pento mai di espormi - ha tuonato la cantante - ma in questo momento se mi chiedete se sono contenta, rispondo di no, non sono contenta".

"Questo album è anche una piccola e umile personale di fotografie - ha osservato - Per me la canzone è musica e parole e la foto è fermo immagine da abbinare a una di esse per rafforzarne il racconto".

Fiorella Mannoia ha toccato le problematiche femminili, oramai annose. "Sono più arrabbiata che pentita". "Attenzione alla maschera d'amore dietro cui spesso si nasconde solo violenza, amori finiti che è doloroso accettare, in cui la rassegnazione è ista alla rabbia di aver raggiunto il limite".

Dal 29 marzo a La Feltrinelli di Roma (Via Appia, ore 18:00) la cantante incontra il pubblico durante alcuni appuntamenti instore, per essere poi il 30 a La Feltrinelli di Napoli (Piazza dei Martiri, ore 18:00), il 31 a La Feltrinelli di Milano (Piazza Piemonte, ore 17:00), il 2 aprile a La Feltrinelli di Torino (Stazione di Porta Nuova, ore 18:00), il 3 a La Feltrinelli Red di Firenze (Piazza della Repubblica, ore 18:00) e il 4 a La Feltrinelli di Bari (Via Melo 119, ore 18:00). "Sarà più o meno la stessa band e vogliamo dare molto spazio alla musica, ci si potrà divertire con meno elettronica e più musica suonata".

A maggio partirà il "Personale tour".