Fca, confermato il Piano Italia da 5 miliardi

Fca, confermato il Piano Italia da 5 miliardi

"Il futuro di Fca è indipendente, ma aperto a valutare opportunità". "Siamo aperti ad alleanze, fusioni e collaborazioni, se ci danno la possibilità di crescere e rafforzarci", ha affermato, precisando: "Il gruppo francese Psa?". "In Italia abbiamo parlato di una revisione del piano annunciato in novembre, ora abbiamo finito questa revisione. Lo confermiamo" ha affermato Manley, che ha anche confermato "i target finanziari al 2022". "Stiamo sviluppando da soli la nostra piattaforma - ha spiegato Manley - in futuro perché no?" L'agenzia americana specifica che i portavoce dell'azienda non hanno commentato su specifici progetti, ricordando che durante l'ultima conference call sui conti, a chi chiedeva cosa volesse fare di 9 miliardi di cassa aveva detto che era aperto alle trattative per possibili opportunità strategiche.

"Per il 2025 avremo abbastanza elettrificazione nel nostro portafoglio per essere in grado di raggiungere gli obiettivi dell'Ue" sulle emissioni, ha continuato Manley, indicando che "la domanda però è il mercato le vorrà comprare". "Se la nostra partnership rimane forte, dal mio punto di vista rimane la migliore opzione per noi", ha continuato Manley.

Nessuna perplessità: per l'auto elettrica Fiat Chrysler è convinta ci sia un futuro.

"Maserati non è in vendita, ha un incredibile futuro" dice l'AD smentendo così le indiscrezioni di stampa sull'interesse per Maserati dei cinesi di Geely.

L'incontro con i giornalisti a Ginevra è stato anche l'occasione per guardare allo sviluppo delle vendite del gruppo sui mercati internazionali. "La Cina è importante, siamo molto impegnati. Lo scorso anno ha fatto 45-46.000 unità, è un marchio in salute che fa il suo meglio in Italia dove resterà", ha concluso Manley.