F1 - Confermato il punto per il giro veloce in Australia

F1 - Confermato il punto per il giro veloce in Australia

Ventuno punti in più da assegnare, nel mondiale Piloti e Costruttori.

Mancava solo l'ufficialità, adesso è arrivata anche quella: il pilota che farà segnare il giro più veloce in gara e si classificherà tra i primi dieci riceverà un punto iridato. È una reintroduzione che si riallaccia a quanto avveniva agli albori del mondiale, dall'istituzione nel 1950 (Nino Farina, Silverstone, il primo pilota autore del giro veloce in gara) e fino al 1959.

Saranno dunque 21 punti in più a disposizione dei protagonisti del Circus, che avrà la 1000esima corsa della storia del campionato della massima categoria dell'automobilismo nel 2019.

I punti bonus per il giro veloce verranno assegnati con dei criteri. In due occasioni - Bottas in Azerbaijan e Magnussen a Singapore - l'autore del giro veloce non avrebbe guadagnato il punto perché fuori dalla top ten. "Credo che renderà il finale delle gare molto più entusiasmante!"

A questo si è sommata anche la frequenza con cui i piloti chiedono ai propri team il nome di colui che ha fatto registrare il giro più veloce, una curiosità che Liberty Media e FIA hanno valutato attentamente prima di prendere la decisione.

"Abbiamo considerato questa soluzione per diversi mesi e rappresenta una risposta alla ricerca dettagliata portata avanti tra migliaia di tifosi in tutto il mondo", ha commentato Ross Brawn. Ora non sarà più una semplice questione di prestigio, ma una spinta concreta per la conquista di un punto. "A volte è utile ricordare a noi stessi la tradizione del nostro sport per progredire". Quando nacque la Formula 1, infatti, già esisteva il bonus per il pilota autore del giro più veloce.