Etiopia, Boeing 737 andava troppo veloce prima dello schianto

Etiopia, Boeing 737 andava troppo veloce prima dello schianto

Lo scrive l'agenzia di stampa Reuters che cita una fonte anonima che ha ascoltato la registrazione del controllo del traffico aereo.

Aereo Etiopia, gli ultimi minuti prima dello schianto: “Boeing troppo veloce, il pilota nervoso”
Aereo caduto in Etiopia, il Boeing troppo veloce dopo il decollo

Con una nota, il presidente ed amministratore delegato di Boeing, Dennis Muilenburg, ha voluto puntualizzare quanto affermato dal ministro etiope ai trasporti, Dagmawit Moges, la quale ha riferito che potrebbero esserci analogie tra l'incidente al volo ET302 di Ethiopian Airlines con l'incidente occorso a un Boeing 737 MAX 8 della Lion Air (volo JT610) nell'ottobre 2018. Dalla cabina di pilotaggio del Boeing 737 Max 8 qualcuno aveva chiesto di salire a 14000 piedi (4200 metri) sul livello del mare - circa 6400 piedi sopra l'aeroporto - prima di chiedere urgentemente di poter atterrare. L'aereo è poi scomparso dal radar quando era a 10.800 piedi. Mentre gli investigatori continuano a lavorare per stabilire conclusioni definitive - ha aggiunto il CEO della casa di Seattle - Boeing sta finalizzando lo sviluppo di un aggiornamento software e una pilot training revision, come annunciato in precedenza, che riguarderà la MCAS flight control law in risposta a errate indicazioni dei sensori. "Vira, vira, tornate", l'appello disperato del controllore di volo che nel frattempo tentava di deviare la rotta di due altri aerei in arrivo sulla pista di atterraggio dell'aeroporto. Il pilota avrebbe spiegato di aver "un problema nel controllare il velivolo".