Crocifissione Bruegel rubata è un falso

Crocifissione Bruegel rubata è un falso

A Castelnuovo Magra, in provincia di La Spezia, dei ladri hanno sottratto dalla chiesa di Santa Maria Maddalena un quadro che pensavano essere di Pieter Brueghel il Giovane, pittore fiammingo figlio del celebre Pieter Bruegel: i carabinieri, però, avevano sostituito il quadro con un falso, avendo ricevuto da settimane segnalazioni sul possibile furto. Il quadro è considerato un capolavoro dell'arte fiamminga. Non è chiaro come i carabinieri siano venuti a conoscenza del fatto che qualcuno volesse rubarlo, ma per precauzione era stato sostituito con una copia da circa un mese. Era cominciata a circolare la voce che qualcuno potesse rubare l'opera e i carabinieri hanno deciso di metterla al sicuro, sostituendola con una copia e installando alcune telecamere.

un'opera dall'inestimabile valore, un duro colpo per la nostra comunità" ha etto il sindaco di Castelnuovo Magra, Daniele Montebello. Montebello, tra l'altro, è stato uno dei primi a parlare dopo l'accaduto: "Oggi per esigenze investigative non potevamo svelare nulla".

La chiesa in cui era esposta l'opera risale al secolo XVII e fu edificata nel luogo dove sorgeva la medievale cappella castrense. Sul posto erano state poi installate delle telecamere, che hanno filmato i ladri allontanarsi su una Peugeot bianca. Donato da una famiglia benestante poco più di un secolo fa, durante la Seconda guerra mondiale l'opera fu nascosta per impedire all'armata tedesca di sottrarlo. A distanza di 38 anni la storia si è ripetuta, ma i ladri questa volta si sono trovati in mano una copia, e con il fiato delle forze dell'ordine sul collo, che ora indagano a tappeto forti delle immagini di videosorveglianza e delle testimonianze di alcuni cittadini che si trovavano davanti alla chiesa proprio durante il furto.