19:17 - F1, Schumi jr: il paragone con papà non mi pesa

19:17 - F1, Schumi jr: il paragone con papà non mi pesa

"Le monoposto qui sono più aggressive, grandi e veloci e sono in un certo senso più pigre e meno dirette in curva - ha aggiunto il 19enne tedesco - Si avverte il maggiore carico, soprattutto nelle curve più ampie, ma più che il passo avanti per la velocità, cambia molto il funzionamento delle gomme. Ci siamo trovati subito bene insieme e sono molto felice". La prima gara del 2019 sarà in Bahrein a fine marzo, nello stesso weekend nel quale corre pure la Formula 1 sul circuito di Sakhir. Ne fa parte dal 2016 e la squadra italiana lo accompagnerà anche in questa nuova avventura in Formula 2. Lui è motivatissimo per questa esperienza che rappresenta un salto di qualità della sua carriera. Raccoglierò tutte le informazioni a disposizione e cercherà di apprendere dalle tante persone che mi stanno attorno.

Entrato da gennaio nella Ferrari Driver Academy, Mick punta a confermarsi dopo i successi del 2018, sognando un futuro in F1: "Ho lavorato molto durante l'inverno". "Ho apportato alcune differenze al mio programma di lavoro - ha detto Mick in un video diffuso dalla stessa Prema -, perché mi troverò a lottare con piloti ancora più preparati e ho quindi intensificato corsa, bici, ginnastica e allenamenti per essere ancora più pronto". Essere paragonato al miglior pilota della storia deve essere un obiettivo da conquistare. "La Ferrari, poi, è stata molto aperta nell'accogliermi al meglio, come in una famiglia, e per me è molto bello".

Mick Schumacher afferma di non avere problemi con il fatto di essere continuamente paragonato a suo padre, il sette volte campione del mondo di Formula 1 Michael Schumacher. Mi sento onorato di essere messo a paragone con lui, posso solo imparare e provare a migliorare.