Università di Bologna, arriva la laurea in intelligenza artificiale

Università di Bologna, arriva la laurea in intelligenza artificiale

Il team italiano, assistito dall'Ambasciata, ha avuto dunque una fitta serie di incontri, con l'Alan Turing Institute, con l'Imperial College, con l'Office for AI (agenzia pubblica britannica per il coordinamento delle politiche pubbliche a sostegno del settore) e il Digital Catapult (centro a finanziamento pubblico-privato per la crescita delle startup digitali, in modo particolare nei settori afferenti alla machine intelligence e sue possibili applicazioni).

Inoltre sarà istituito un nuovo partenariato pubblico-privato per la ricerca e l'innovazione nel campo dell'IA allo scopo di promuovere la collaborazione tra il mondo accademico e l'industria in Europa e di definire un'agenda strategica di ricerca comune per l'intelligenza artificiale. Nei vari campi accademici d'indagine: dall'informatica alla matematica, dalla medicina fino al campo umanistico e sociale. Di questo si parlerà alla conferenza di Helsinki in cui si esamineranno "le sfide e le opportunità dello sviluppo dell'intelligenza artificiale per gli individui e le società, nonché per i quadri legali e istituzionali", cercando di identificare "i modi per garantire l'esistenza di meccanismi efficaci di controllo democratico".

Il corso di laurea sull'IA sarà attivato dal dipartimento di Informatica-Scienza e Ingegneria.

La visione "artificiale" e altamente robotizzata del futuro dell'umanità, non è più un miraggio dai contorni sfocati, ma è già diventata realtà grazie alle nuove tecnologie applicative e alle loro implicazioni socio-economiche. Insieme alla Sapienza di Roma, è l'unica nel nostro paese ad aver creato un corso di laurea molto settoriale, completamente in lingua inglese, sulle discipline fondanti e applicative di questa materia.

La creazione del nuovo corso di laurea, spiegano dall'Università, nasce dalla forte richiesta dei settori produttivi più avanzati difigure professionali con un'elevata specializzazione nei metodi e negli strumenti dell'intelligenza artificiale, capaci di affrontare la progettazione, la realizzazione e la gestione di prodotti e servizi altamente innovativi. Il mercato del lavoro, infatti, nei prossimi anni si avvia ad una profonda trasformazione. Durante il percorso di studi, gli studenti affronteranno diversi aspetti legati all'intelligenza artificiale, da discipline prettamente scientifiche e informatiche alle implicazioni etiche e umane che possono scaturire dall'utilizzo di queste nuove tecnologie. Con focus specifici, ad esempio, sul mondo delle imprese (automazione della produzione, robotica, logistica, investimenti) o della medicina (sistemi di prevenzione e diagnosi, cure personalizzate e analisi dei dati).