Tav, Napoli (FI): Toninelli umilia Parlamento e italiani

Tav, Napoli (FI): Toninelli umilia Parlamento e italiani

Lo scontro vede il M5S sempre più arroccato sulle posizioni del 'no', e la Lega invece sempre più impaziente di realizzare l'opera, che secondo Matteo Salvini porterebbe enormi vantaggi alle imprese del Nord, agevolando la viabilità. Non ne so nulla, non ho visto nemmeno una pagina. "Sono a Roma, al ministero, e non in gita scolastica, a definire quello che dobbiamo raccontare a Bruxelles", si limita ad aggiungere l'ingegnere, esperto di trasporti e docente dell'Università di Torino che ha lavorato al dossier con Marco Ponti. Magari quella era la vecchia politica. "Io sono assolutamente tranquillo".

"Oggi il Mit ha condiviso con il Governo francese, nella persona dell'ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset, l'analisi costi-benefici sul progetto Tav Torino-Lione, come concordato dai ministri Borne e Toninelli, prima della sua validazione e pubblicazione da parte del Governo italiano".

Continua la polemica sulla Tav nel governo, in particolare il balletto sull'analisi costi-benefici: è un segreto di Pulcinella che l'esito sarà negativo, e almeno dal 20 dicembre, ma la commedia serve a prender tempo, a dar modo a Salvini e Di Maio di suonarsele senza danni nei comizi e senza rischi per l'esecutivo. Non una dichiarazione di guerra ma quasi.

"Successivamente e a strettissimo giro - aggiungono le stesse fonti - verrà condivisa in seno ai due contraenti del patto di Governo".

Battibecco nel governo sull'analisi costi e benecidi della Tav, consegnata ieri alla Francia.

Immediata la replica di Luigi Di Maio: "Salvini stia tranquillo, neanche io ho letto l'analisi costi-benefici".

Nella polemica è intervenuto anche il Mit, che ha fatto sapere che "M5S e Lega sono in perfetta simmetria informativa sul dossier". "Non mi sveglio pensando a come collegare meglio italiani e francesi, ma a come collegare meglio italiani e italiani".