Sanremo 2019, Salvini contro Achille Lauro e la sua "Rolls Royce"

Sanremo 2019, Salvini contro Achille Lauro e la sua

Una band romana Enter lo accusa infatti di plagio: la traccia musicale del brano di Sanremo sarebbe molto simile alla loro "Delicata. mente" del 2014, registrata alla SIAE e pubblicata poi nel 2015 a Sanremo Doc.

Poi Jimmy Ghione prova a incalzare Salvini alludendo alle responsabilità di chi ha scelto di portare sul palco di Sanremo Achille Lauro e la sua canzone: "Ma chi ha selezionato sia il cantante che il pezzo, non si sarà fatto una leggerissima domanda?", ha chiesto l'inviato di Striscia la Notizia.

Naturalmente Baglioni e i dirigenti Rai hanno difeso a spada tratta il brano di Achille Lauro, affermando che il testo non contiene riferimenti espliciti all'uso di droghe ma fa un elenco molto fitto di simboli della cultura pop che rappresentano il sogno di un riscatto sociale attraverso la ricchezza. L'esame è stato eseguito con apparecchiature apposite e la perizia ha confermato che i due brani hanno caratteristiche sovrapponibili.

"Al momento il giudice, con ogni probabilità, sta già esaminando i documenti per valutare se ci sono gli estremi per procedere", ha continuato l'avvocato Abbo. Il suo nome sarebbe però finito col diventare anche un nome per le pasticche di Mdma.

E ora questo nuovo colpo di scena, che il legale della band pontina assicura non essere l'unico: "Sto per arrivare a Sanremo, dove tra stanotte e domani mattina terrò una conferenza stampa che rivelerà altre importanti novità, i ricorsi non sono terminati". "Ogni giorno esce una cosa nuova", ha commentato Lauro a Radio2. Ora questo. Ma io non ho mai sentito parlare di questa cosa. Il pezzo parla di tutte icone mondiali: dal mondo di Hollywood alla musica, allo stile. Rolls Royce è una macchina, è lo status. "La droga è un problema vero, da risolvere e combattere".