ROMA. Influenza: 39 morti da inizio stagione, 191 casi gravi

ROMA. Influenza: 39 morti da inizio stagione, 191 casi gravi

I virus in circolazione sono di 4 tipologie diverse e in queste settimane in cui è segnalato il picco influenzale si riscontrano sia influenze che colpiscono in particolar modo le vie aeree superiori, sia le cosiddette influenze gastrointestinali dovute al Rotavirus.

L'incidenza maggiore dell'influenza riguarda sempre i bambini sotto i cinque anni di età. Per gli adulti invece, l'incidenza è di 12 casi ogni mille assistiti.

"Si tratta di una situazione che il Veneto fronteggia con un'organizzazione oramai collaudata - ha aggiunto l'assessore alla sanità, Manuela Lanzarin, - rispondendo con efficacia a tutte le necessità, a cominciare dalla capacità di assorbire, con la professionalità dei sanitari e un'organizzazione il più elastica possibile, il pur forte aumento degli accessi ai pronto soccorso". Fino ad ora l'84% dei casi in persone non vaccinate mentre le zone più colpite sono La Provincia Autonoma di Trento e le regioni Umbria, Marche, Abruzzo, Campania e Calabria. Durante la terza settimana del 2019 la mortalità è stata in linea con il dato atteso, con una media giornaliera di 258 decessi rispetto ai 253 attesi. Tra i deceduti l'età mediana è pari a 68 anni e il 92% dei decessi si è verificato in soggetti d'età pari o superiore a 50 anni.

Comunque i medici non vogliono creare nessun allarme, ricordando come nel 77% dei ricoverati in gravi in gravi condizioni e nell'82% dei morti, fosse già presente almeno uno dei fattori di rischio, come diabete, malattie cardiovascolari, patologie respiratorie, tumori o obesità, che rendono più pericolosa l'influenza. Quattro casi gravi si sono verificati in donne in stato di gravidanza. E' quanto riporta FluNews-Italia, il bollettino settimanale dell'Istituto Superiore di sanità.

In questa stagione influenzale 2018/2019, prevalgono due virus: l'A-H3N2, rischioso per gli anziani e l'A-H1N1, diffuso di più al Sud.

Nella quarta settimana del 2019 di sorveglianza virologica, si osserva un ulteriore incremento dei campioni positivi all'influenza.