Palermo, è psicodramma. Licenziato Foschi, Richardson si dimette

Palermo, è psicodramma. Licenziato Foschi, Richardson si dimette

L'ufficialità arriva attraverso un comunicato: "SCG - si legge - acquisirà una serie di club in tutta Europa". La tormentata storia tra Rino Foschi e la nuova proprietà inglese del Palermo è così giunta ai titoli di coda. Relativamente alle comunicazioni inviate alla Lega B sono state fornite, nei tempi previsti, la documentazione richiesta dei soci di riferimento e degli amministratori nonché le lettere di buon standing finanziario dei soci di riferimento.

Come se non bastassero il via libero agli arresti domiciliari a Zamparini dato in settimana dalla Cassazione e la seconda sconfitta consecutiva del Palermo in campionato che ha messo sulla graticola anche Stellone, nonostante il primato in classifica e numeri da record, ieri è arrivata l'ennesima fibrillazione che ha certificato la crisi in cui è precipitata la società rosanero. Un Foschi che non ha potuto operare sul mercato mentre Richardson e i suoi annunciavano colpi di mercato senza minimamente coinvolgere chi aveva la delega di firma per l'area sportiva della società. Foschi, che si trova a Milano per le ultime ore di calciomercato, sostiene che ancora non gli sarebbe stato comunicato nulla.

Ma anche il sindaco della città, Leoluca Orlando, sta tentando di capire meglio la situazione e le azioni che il Comune può eventualmente intraprendere. "La più importante è quella che riguarda la ratifica delle dimissioni del presidente Richardson".