Missione sulla Luna, l’annuncio della Nasa: "Ci torneremo per restarci"

Missione sulla Luna, l’annuncio della Nasa:

Come si può ben intendere, si tratta di un processo molto veloce che la stessa NASA ha inteso accelerare, probabilmente anche per motivi politici dato che c'è un ordine firmato dal presidente Trump nel dicembre 2018 che ha inteso proprio spingere la NASA ad accelerare verso questo obiettivo.

La Nasa accelera il piano per ritornare sulla Luna e questa volta con l'obiettivo di restarci in modo da avere una porta per Marte.

"È importante tornare sulla Luna il più velocemente possibile", ha detto Bridenstine in un incontro presso la sede della NASA a Washington, aggiungendo che spera di inviare gli astronauti entro il 2028.

La NASA ha già in programma il lancio di una sonda spaziale sulla Luna entro il 2024 ed ha invitato le società private a presentare le offerte entro il 25 Marzo.

A differenza di 50 anni fa, ha detto Bridenstine, "torneremo sulla Luna per restare". Servirà come stazione di riferimento per i viaggi da e verso la superficie lunare, ma non sarà permanentemente abitata come la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), attualmente nell'orbita terrestre.

La stazione orbitale che verrà costruita sarà chiamata Lop-G (Lunar Orbital Platform-Gateway). L'Italia ha tutti i presupposti per collaborare all'impresa "perché con la sua industria ha praticamente il monopolio della costruzione dei moduli abitativi della Stazione Spaziale Internazionale e nei prossimi incontri bilaterali con la Nasa, l'Asi discuterà della possibile partecipazione italiana al progetto". Il piano è di tornare soprattutto "per testare le tecnologie destinate alla futura missione umana per Marte", ha spiegato all'ANSA il commissario straordinario dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) Piero Benvenuti.

Il piano della Nasa, infatti, prevede la costruzione di una stazione orbitale attorno alla Luna dalla quale partiranno le navette riutilizzabili, che porteranno gli astronauti sulla superficie lunare. Da un po' di tempo è ormai iniziata una nuova corsa allo spazio, in cui partecipa anche la Cina con la missione Chang'e-4, che ha raggiunto il lato nascosto della Luna.