La versione di Zam. Qatar test, day 1

La versione di Zam. Qatar test, day 1

"È stata più complicata, ho fatto più fatica, soprattutto in termini di grip sul posteriore". "Ieri (due giorni fa, ndr) avevamo un assetto di base, non ero così male, oggi abbiamo provato a migliorare, abbiamo provato assetti diversi ma anche materiali differenti".

E' terminata la seconda giornata di test a Losail: Rins si è confermato il più veloce sul circuito qatariota sulla sua Suzuki, seguito da Vinales e da un sorprendente Quartararo. "Abbiamo sempre tante cose da sistemare perché il grip dietro non era il massimo, ma siamo lì davanti e questa è la cosa più importante". Come in Malesia abbiamo effettuato una simulazione di gara divisa in due parti: "è un lavoro che ci ha consentito di raccogliere indicazioni interessanti nonostante sia ancora difficile capire il potenziale degli avversari, ma stiamo lavorando bene e con metodo". Il pilota della Honda ha parlato della sua condizione fisica dopo la frattura allo scafoide sinistro: "Ho lavorato molto per migliorare la funzionalità del mio polso e sono soddisfatto dei progressi, naturalmente mi sarebbe piaciuto essere in condizioni migliori, ma sento che a Losail saremo in grado di fare un test produttivo. La posizione non è la migliore ma siamo più vicini ai migliori: ora voglio crescere sopratutto nella fase di ingresso in curva".