Insetti, rischiano l'estinzione entro fine secolo per colpa dei pesticidi

Insetti, rischiano l'estinzione entro fine secolo per colpa dei pesticidi

Utilizzando toni inusuali per un'indagine simile, gli esperti avvertono come "la sesta estinzione di massa nella storia stia profondamente influenzando le forme di vita sulla Terra".

A differenza degli animali più grandi (e più facili da studiare), gli insetti sono di gran lunga gli animali più diversi e abbondanti e superano l'umanità di 17 volte.

Anche se alcune specie si stanno adattando aumentando, si tratta di numeri limitati, non sufficienti a contenere le grandi perdite.

La popolazione di insetti nel mondo sta precipitando verso l'estinzione, minacciando un "catastrofico collasso degli ecosistemi della natura", stando ad una revisione globale di 73 studi storici contenuta in una ricerca pubblicata sulla rivista Biological Conservation.

Nel Report, viene indicato come principale motore del declino l'agricoltura intensiva, in particolare l'uso massiccio di pesticidi.

Tra le altre cause del declino degli insetti, gli scienziati elencano le specie invasive e, neanche a dirlo, i cambiamenti climatici.

"Siamo arrivati a un tasso di perdita annuale del 2,5% negli ultimi 25-30 anni ed è scioccante - spiegano i ricercatori- è tutto molto rapido: tra 10 anni avremo un quarto in meno della popolazione di insetti, tra 50 anni metà in meno e tra 100 anni non ne avremo più".

Uno dei maggiori impatti della perdita di insetti riguarda uccelli, rettili, anfibi e pesci che mangiano insetti.

Un effetto "a cascata" che è stato già osservato a Portorico, dove un recente studio ha rivelato un calo del 98 per cento degli insetti terrestri nell'arco di 35 anni. Il problema ha dimensioni più ampie di quanto si potesse immaginare.

Anche le api sono state gravemente colpite: il numero di colonie di api negli Stati Uniti era di 6 milioni nel 1947, ma da allora ne sono andati persi 3,5 milioni.

Tra gli insetti più a rischio i lepidotteri, gli imenotteri e gli scarabei.

Impollinazione tramite Droni Ape, Formiche Robot e altri progetti oggi in piedi rappresenteranno il futuro della nostra società e anche del nostro ambiente. Sánchez-Bayo mette l'accento sull'intensificazione agricola "che elimina tutti gli alberi e arbusti vicino i campi", senza contare l'abuso di fertilizzanti sintetici e pesticidi che "sterilizzano il terreno, uccidendo le larve".

Ad esempio negli Stati Uniti, il comune bombo orientale sta aumentando a causa della sua tolleranza ai pesticidi. La scomparsa degli insetti sembra portare nuove conferme alla teoria della sesta estinzione di massa, di cui parlano da tempo numerosi ricercatori.