F1 Toro Rosso, Kvyat: "Non ho mai perso la speranza"

F1 Toro Rosso, Kvyat:

Oggi è stato il turno della Toro Rosso che ha presentato la nuova vettura che parteciperà al prossimo mondiale di Formula 1. Dopo la presentazione della Haas, tenutasi la settimana scorsa, quest'oggi la classe regina ha potuto ammirare la nuova STR14.

Cambiata completamente la formazione, il rientrante Daniil Kvyat e il debuttante anglo-thailandese Alexander Albon cercheranno di conquistare più dei 33 punti messi insieme l'anno scorso da Pierre Gasly (29) e Brendon Hartley (4). La livrea rimane simile a quella che si è potuta vedere nelle ultime 2 stagioni.

Cambiamento, e grosso, invece in casa Williams, che poco dopo la Toro Rosso ha svelato la nuova colorazione della macchina, che si mantiene su delle tonalità di bianco e celeste, con il bianco nella parte centrale della monoposto e del celeste sfumato nella parte periferica, disposti dunque diversamente rispetto al periodo 2014-2018 della sponsorizzazione Martini.

Ma proprio sul posteriore si notano fattori non sottovalutabili, come la pesante sciancratuta nella zona della coca-cola, a sottolineare una grande compattezza del gruppo motore-cambio, frutto probabilmente della partnership con Red Bull, fornitrice proprio di tutto il retrotreno, e termometro del grande lavoro a quattro mani con Honda per minimizzare gli ingombri e le masse radianti.

Tra i cambiamenti nascosti, quelli poi in grado di segnare le differenze, il team manager Graham Watson spiega come "erediteremo una buona parte del design del cerchio ruota e del mozzo Red Bull", mentre uno sguardo attendo alla sospensione anteriore rivela l'abbandono della particolare soluzione adottata fino al 2018 relativamente al triangolo superiore e l'attacco con il portamozzo.

Dopo l'addio di James Key, Toro Rosso dovrà affrontare la prima stagione senza il suo capo dei progettisti.