WhatsApp: ecco le molteplici novità in arrivo in questo 2019

WhatsApp: ecco le molteplici novità in arrivo in questo 2019

D'altro canto ha informato tutti gli utenti che l'operatore rosso ha già sporto denuncia all'Autorità giudiziaria. La polizia postale ha pubblicato un post ufficiale per spiegare come si svolge la truffa e cosa bisogna fare per evitarla. Ricordiamo che gli operatori telefonici non richiedono mai copie di documenti per interventi di assistenza né tanto meno utilizzano WhatsApp per comunicare con la propria clientela per questioni contrattuali. L'interruzione del servizio potrebbe quindi costituire di per sé un problema piuttosto grave, ed è proprio quello che è successo ad alcuni utenti dal 1° gennaio 2019.

La nuova Dark Mode, che dunque non solo permetterà risparmio energetico ma anche cercherà di non affaticare la vista quando si utilizza l'app al buio, modificherà chiaramente l'intera interfaccia grafica proprio come avviene oggi con Telegram ma anche Twitter o Google Maps.

Da molti mesi, ormai, si vocifera insistentemente dell'arrivo della pubblicità sulla piattaforma di messaggistica istantanea WhatsApp, arrivo previsto per il 2019. Cioè, se un contatto invia nativamente diversi file audio consecutivi (cioè senza usare la funzione di inoltro), è sufficiente che il destinatario inizi la prima conversazione per ascoltare tutti gli altri che seguono. Una funzionalità analoga è stata attivata qualche mese fa all'interno del social network Instagram dove grazie alla funzione Nametag gli utenti hanno la possibilità di scansionare una sorta di codice a barre per aggiungere un nuovo contatto. Questa funzione sarà ideale per gli utenti in possesso di smartphone con display AMOLED. Tale funziona era già presente anche in Telegram. In ogni caso, non sarebbe sorprendente se la promessa fosse soddisfatta, dal momento che Facebook ha implementato un simile modello di pubblicazione degli annunci su Instagram Stories a giugno.

WhatsApp è un'importante applicazione di messaggistica per milioni di persone in tutto il mondo. Come dichiarato dal vice presidente di WhatsApp, Chris Daniels, "la pubblicità su WhatsApp raggiungerà gli utenti sfruttando la grande quantità di dati raccolti da Facebook negli ultimi anni".