Tre video per ricordare il grande Faber

Tre video per ricordare il grande Faber

Uno spazio a Palermo dedicato alla memoria di Fabrizio De Andrè, il cantautore genovese morto a Milano 20 anni fa.

Non ci mancano le statue di Fabrizio medesimo, a volte trasfigurato in un santo, lui che fu uomo con molti peccati e che non gradirebbe assolutamente, ne siamo certi, la sua elevazione francescana, come ci è capitato troppo spesso in questi vent'anni dalla scomparsa, con tributi fino alla nausea, esegeti non in grado di competere con l'originale e imitatori (modesti) in serie.

Un anno fa, con grande successo prima nei cinema e poi in tv, era andata in onda la fiction "Fabrizio De André - Principe Libero", interpretata da Luca Marinelli e da Valentina Bellé. Ognuno porterà il proprio ricordo di Faber e anche una chitarra.

L'iniziativa, intitolata "Il mio Fabrizio", ha preso il via già nella tarda mattinata con la proiezione continua di materiali video - interviste, apparizioni in tv, concerti - realizzata e curata da Vincenzo Mollica in occasione della retrospettiva Fabrizio De André, organizzata nel 2009 da Palazzo Ducale. La cittadinanza è nvitata a partecipare e si può iscriversi a parlare per portare la propria testimonianza.

Rai1 e TG1 presentano Fabrizio De Andrè Parole e musica di un Poeta.

Nel primo pomeriggio è partita la seconda parte delle celebrazioni con il tributo a De André del Coro Quattro Canti diretto da Gianni Martini. L'ingresso a Palazzo Ducale è gratuito.