Tav, l'analisi costi/benefici c'è ma resterà segreta, almeno per ora

Tav, l'analisi costi/benefici c'è ma resterà segreta, almeno per ora

Incalzato sull'ipotesi che si vada verso un'analisi tecnica negativa, il ministro ha risposto di non voler commentare i se: "Le analisi si leggono, dopodichè la devo comparare con l'analisi tecnico-giuridica". Secondo il gruppo di esperti, riporta il giornale, gli effetti in termini di miglioramento dei tempi di percorrenza, di abbattimento delle emissioni per lo spostamento del traffico dalla gomma alla rotaia, di crescita dell'economia per i cantieri della stessa opera non giustificherebbero la spesa prevista. In ogni caso, si ribadisce, l'analisi di carattere tecnico-economico e la parallela analisi giuridica "andranno doverosamente condivise con la Francia, la Commissione Ue e in seno al Governo, prima della loro pubblicazione".

"Non ho letto nemmeno io la relazione - ha detto il vicepremier Luigi Di Maio su Radio Rai 1 -". Il Movimento 5 Stelle, ha comunque ribadito Di Maio, "è contro quell'opera". "Io - ha detto a Rtl102.5 il ministro dell'Interno - sono a favore, l'ho sempre detto che se c'è un'opera a metà è bene finirla, vediamo i tecnici che numeri ci portano in dote". La TAV costa tanto, troppo, ed è tutta colpa dei governi precedenti che non se ne sono accorti quando hanno firmato il contratto. Questo almeno è stato riferito, in un confronto con il presidente Sergio Chiamparino, dal professor Marco Ponti che ha presieduto la commissione.

Chiarito questo punto, le cose però sono ancora più complesse.

Il governatore ha anche ricordato che sabato 12 gennaio si terrà a Torino una nuova manifestazione a favore della Tav "per sottolineare la necessità, senza ulteriori indugi, di una decisione favorevole alla sua realizzazione".

"Si precisa - dicono fonti vicine al Ministero - che il documento ricevuto dal professor Ponti e dalla sua task force è una bozza preliminare di analisi costi-benefici sul Tav Torino-Lione e che è allo studio della Struttura tecnica di missione del Mit, per un vaglio di conformità rispetto alle deleghe affidate ai consulenti del ministero". Al corteo prenderanno parte non solo i sindaci del Partito democratico, ma anche quelli della Lega.

"Voglio valutare i suoi lavori: non ha senso dire di interrompere o meno".