Schumacher, Mick (figlio di Michael) vicino alla Ferrari

Schumacher, Mick (figlio di Michael) vicino alla Ferrari

Mick Schumacher prenderà parte ai test per la Ferrari nel 2019, secondo quanto riferito dall'Italia. Lo riporta Motorsport aggiungendo che la scuderia di Maranello starebbe pensando al figlio del sette volte campione del mondo di F1 per effettuare dei test che si terranno il martedì e mercoledì seguenti ai Gran Premi di Bahrain e Spagna. "In due delle quattro giornate previste per le Scuderie per testare le monoposto, sarà dato spazio a piloti esordienti con il ruolo che nel 2018 è stato ricoperto da Antonio Giovinazzi per la Ferrari, ora pilota titolare in Sauber".

Schumacher al posto di Giovinazzi? La strada verso il mondo dei grandi è ancora in salita e il tedesco ha dimostrato più volte di non aver nessuna intenzione di bruciare le tappe, ma l'ingresso nel programma giovani della Rossa è un ulteriore passo verso la conquista di un sedile nella massima serie, magari proprio quello che fu del padre cominciando a ripercorrere, almeno in parte, la strada tracciata da Michael Schumacher. Il vincitore della Formula 3 Europa sarà impegnato a tempo pieno in Formula 2, ma ha già la superlicenza per la Formula 1.

L'emozione è tanta. Rivedere uno Schumacher sulla Rossa a 13 anni di distanza dall'ultimo giro di papà Michael, in quel Gran Premio del Brasile dove racimolò 4 punti, fa rivivere grandi ricordi.

Un giorno di prove in Bahrain o a Barcellona (più probabile quest'ultima sede) sarebbe un'ottima opportunità di valutazione anche per i tecnici del Cavallino, visto che ad esclusione dei test Pirelli di fine stagione, non esistono possibilità di disputare altre prove 'in-season' con degli esordienti.

Se a Maranello decideranno di concedere una delle due giornate ad un altro giovane, il nome di spicco è quello del diciottenne australiano Marcus Armstrong, che sarà impegnato in Formula 3, mentre sono in calo le quotazioni di Callum Ilott.