Saldi invernali, partenza "fredda" a Salerno

Saldi invernali, partenza

Anche dalla Confcommercio salernitana arriva un auspicio di correttezza che suona anche come un appello ai commercianti: "In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando - sostiene il presidente Marone - i saldi sono un momento di speranza per i clienti di poter fare dei buoni affari". Bene, così è oggi il ruttatore sui social che trova un amplificatore, e che di conseguenza viene affascinato nella sua funzione di "influencer" e lo porta a titoli tipo "Tutti in coda per i saldi, assalto a negozi e outlet".

"Rispetto allo scorso anno sembra, infatti, che l'andamento dei consumi si sia ulteriormente stabilizzato e che le tendenze principali, intraviste a inizio 2017 e confermate dalla nostra ricerca del mese scorso, siano due: lieve aumento per il comparto alimentare, e nessuna flessione, né in positivo né in negativo, per il comparto non alimentare, in particolare per abbigliamento e calzature".

Secondo l'organizzazione che rappresenta le imprese, ci sono alcuni elementi da tenere in considerazione quando si acquistano prodotti nel periodo dei saldi.

Soddisfatti delle vendite promozionali consumatori e commercianti. La merce in saldo dev'essere quella stagionale. E la spesa media prevista andrà dai 122 ai 140 euro a persona fino a circa 280-325 euro per famiglia.

Hanno preso il via questa mattina i saldi invernali 2019. Le percentuali di sconto saranno subito abbastanza alte, dal 30% in su. L'occasione si può avere a fine stagione e dire che al 5 gennaio siamo alla fine, effettivamente è un po' anticipato.

Attenzione ai fondi di magazzino: la merce posta in vendita sotto la voce "Saldo" deve essere l'avanzo di quella della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino di anni e stagioni precedenti. In questo caso scatta l'obbligo della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. E' rimesso alla discrezionalità del negoziante. Poi, altri consigli: Prova sempre i vestiti e chiedi al negoziante se potrai cambiare il capo acquistato ed entro quanto tempo. Nel districarsi nel mondo dello shopping di fine stagione, però vanno osservate alcune regole: l'operatore commerciale ha l'obbligo di fornire informazioni veritiere in merito agli sconti praticati sia nelle comunicazioni pubblicitarie (che, anche graficamente, non devono essere presentate in modo ingannevole per il consumatore) sia nelle indicazioni dei prezzi nei locali di vendita.