Reddito di cittadinanza, "il sussidio spetta anche ai rom"

Reddito di cittadinanza,

La legge sul reddito di cittadinanza si va a infilare in percorsi sempre più a rischio di incostituzionalità. Si sale poi a un minimo di 650 euro e massimo di 1.200 in presenza di un mutuo.

Si è fatta sentire anche Fish, federazione italiana per il superamento del debito: "Niente da fare - scrive il presidente Vincenzo Falabella - sul fronte della pensione di cittadinanza che spetterà solo agli ultrasessantacinquenni che vivano da soli o con un coetaneo e a condizione che rientrino in limiti reddituali e patrimoniali assai stringenti". I beneficiari del sussidio avranno anche le agevolazioni delle tariffe elettriche e per la fornitura del gas naturale previste per le famiglie economicamente svantaggiate. Per gli stranieri, occorre avere la residenza in Italia da almeno 10 anni. In pratica con una famiglia di sei persone con quattro minori non si prende il Rdc se si ha un reddito superiore a 1.050 euro al mese.

Il percorso è dunque lungo è tortuoso, tra le negoziazioni tra Lega e M5S che porteranno al testo definitivo che uscirà dal Consiglio dei Ministri, le decine di emendamenti che verosimilmente verranno presentati in sede di commissione di Camera e Senato e le discussioni parlamentari che seguiranno prima del voto del parlamento, che come per la manovra economica 2019 si preannunciano molto combattute. Il reddito di cittadinanza è costituito da una integrazione al reddito con importo variabile in base al numero di componenti del nucleo familiare (da 500 euro mensili per 1 componente a 1.050 euro per 3 adulti e 2 minorenni), a cui si aggiungono 280 euro di contributo mensile all'affitto. Inoltre, circa il 65% delle famiglie beneficiari ha minori o disabili a proprio carico, il che restringe ulteriormente il campo per quanto riguarda le offerte lontane dal luogo di residenza. E' previsto un preavviso per i pubblici alle amministrazioni di almeno sei mesi.

Tra le altre novità importanti in tema di pensione anticipata sarà permesso l'accesso alla pensione a coloro che hanno maturato un'anzianità contributiva di 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne e in questo caso bisognerà tenere conto di finestre trimestrali per l'accesso alla pensione. Viene bloccato l'aumento di cinque mesi dei requisiti scattato il primo gennaio 2019 ma si introducono le finestre di tre mesi. La soluzione definitiva sarà trovata forse solo questa notte. In un altro comma il decreto prevede anche uno stanziamento di 20 milioni a valere sul fondo del reddito di cittadinanza "per permettere ai beneficiari di presentare la domanda attraverso l'assistenza dei Caf convenzionati con l'Inps".

Il Reddito di Cittadinanza, per esempio, prevede incentivi alle aziende che nel REI non c'erano. La bozza di decreto legge su reddito cittadinanza e quota 100 autorizza l'Anpal ad assumere entro i limiti di 1 milione di euro il personale già in forza presso i centri con contratti di lavoro a tempo determinato.