Napoli, respinto il ricorso per Koulibaly: niente Lazio

Napoli, respinto il ricorso per Koulibaly: niente Lazio

Il difensore senegalese non potrà dunque partecipare alla prossima partita di Serie A al San Paolo contro la Lazio e tornerà a disposizione di Ancelotti a partire dalla 21esima giornata di campionato, quella che porterà gli azzurri nuovamente a San Siro per affrontare il Milan. Alle 13.30 il giocatore senegalese è comparso davanti alla Corte d'Appello Federale insieme al suo avvocato Mattia Grassani e al presidente Aurelio De Laurentiis.

"C'è assoluta delusione e un senso di profonda ingiustizia. Oggi ha perso lo sport e si è persa una occasione enorme di dare un calcio al razzismo riabilitando chi il razzismo lo ha subito sulla propria pelle". "Credevamo fermamente, dopo un'ora di dibattimento, di aver convinto la Corte d'appello a utilizzare lo stesso metro utilizzato per Muntari, il precedente che avevamo richiamato, e ad avere la forza di dare un calcio al razzismo". Ad assistere il Napoli, ci sarà il legale di fiducia del club, Mattia Grassani. Lo anticipa SportMediaset intorno alle 16 poi l'ufficialità arriva alle 17.30: la corte d'Appello della Figc, presieduta dal presidente Piero Sandulli, ha respinto il ricorso presentato dal Napoli. "Koulibaly domenica in tribuna e quei cori che lo hanno umiliato durante tutta la gara sono un ulteriore mortificazione per un giocatore che non si meritava tutto questo".

Ha parlato di grande uomo. "Ha fatto una ricostruzione a dir poco commovente, raccontando l'imbarazzo e la vergogna nel riferire alla madre le ragioni per le quali aveva compiuto quel gesto, per cui si è anche scusato e che ha mille attenuanti".