MotoGp: Rossi all'Inter, ma è solo una figurina

MotoGp: Rossi all'Inter, ma è solo una figurina

Questi i principali temi trattati dal pesarese, che con la Yamaha sogna di conquistare il decimo titolo mondiale anche se nel 2018 è reduce dalla prima annata senza vittorie della carriera dopo il suo biennio in Ducati.

"Ancora ho un pochino di ferie e poi il 6 febbraio iniziano i test, il 3 c'è la presentazione del team in Indonesia e poi andiamo per i test. E il 10 marzo inizia il campionato, in Qatar, di notte". Inutile dire che non avrei mai pensato di correre così tanto. "Non pensavo di arrivare a correre a 40 anni - ha detto Valentino durante Deejay Chiama Italia - Prima di firmare il rinnovo, ci ho pensato, ho fatto delle valutazioni e mi sono chiesto se potevo essere competitivo a 40 anni". Magari in futuro lo faranno altri, ma l'importante è restare competitivi. "Io l'anno scorso sono stato veloce, se miglioriamo la moto possiamo essere forti". Se ho fiducia? Devo! L'esperienza è molto importante per conoscere le piste e lavorare per la gara, i giovani sono più coraggiosi. "Gli inglesi, invece, sono più bravi sul bagnato". Se lo guardo? Certo, tutti stanno attenti a ciò che fanno gli altri. E' importante avere un po' paura, non siamo matti che saliamo in moto con la benda, qualcuno che lo fa c'è.

Non è la prima volta che si parla di questa possibilità, ma questa volta sembra essere molto più di una semplice idea. Franco avrà Forcada che conosce la M1 come le sue tasche e questo è un problema. per me. Ma siamo certi che la nuova grafica della M1 di Vinales e Rossi lascerà il segno. Chissà che un giorno non li vedremo uno al fianco dell'altro: "L'anno scorso è stato fortissimo, è cresciuto nella seconda parte, si è trovato bene in moto, ha fatto podi, due pole, e in Malesia ha vinto". E' un rito, tutto molto uguale, di solito gli sportivi sono scaramantici, soprattutto se devi fare una cosa pericolosa.in situazione normale sotto la tuta metto dei calzoncini tipo da ciclista, col culo un po' imbottito, dei calzetti tecnici da mettere sotto gli stivali, poi un sottotuta, attillata tipo Diabolik. Se fa un buon campionato potremmo correre insieme il prossimo anno.