Lucia Riina apre un ristorante a Parigi. L'annuncio su Facebook: "Vita nuova"

Lucia Riina apre un ristorante a Parigi. L'annuncio su Facebook:

Proprio ieri il carcere di Parma ha presentato alla famiglia Riina il conto delle spese sostenute per il mantenimento in cella del Capo dei Capi: Riscossione Sicilia ha notificato ai parenti del boss - morto dopo 24 anni di detenzione in regime di 41 bis - una cartella esattoriale di circa due milioni.

Il locale propone piatti tradizionali della cucina siciliana e si trova al civico 19 di Rue Daru, non lontano dall'Arc de Trionphe e dal Lido, il cabaret che offre spettacoli di burlesque noti in tutto il mondo per le ballerine prorompenti e gli acrobati spumeggianti.

"Corleone by Lucia Riina" si chiama così il ristorante della figlia del boss di Corleone aperto l'autunno scorso a Parigi. La proprietà del locale appartiene ad una società per azioni denominata "Luvitopace" con un capitale sociale di mille euro e il cui presidente è Pierre Duthilleul. Alla domanda se fosse possibile parlare con Bellomo o Riina l'interlocutore si consulta con un'altra persona e poi dice di non potere dire nulla, di non poter fornire informazioni. E siamo anche certi che se non avesse portato un cognome così pesante, la notizia non avrebbe sortito alcun effetto mediatico. E, forse pensando alla sua famiglia e a Corleone, aggiunge: "La distanza e' niente". Sulla chat di Fb Lucia Riina chiede il "rispetto della privacy" e dice di "non voler rilasciare interviste". Nel 2017 si era vista rifiutare il bonus bebè dopo la nascita della figlia: due volte dal Comune di Corleone e una volta dall'Inps. Spicca lo stendardo con lo stemma di Corleone: un leone rampante che stringe un cuore.

Proprio in quell'occasione manifestò su Facebook l'intenzione di lasciare il Paese: "Chiederemo al Presidente della Repubblica la revoca della cittadinanza italiana, così sarà chiaro al mondo intero come l'Italia tratta i suoi figli". Una grande foto dell'esterno del locale, in legno scuro e vetro.

Il primo cittadino di Corleone ha attaccato la decisione di Lucia Riina di intitolare il suo ristorante alla città in provincia di Palermo.