Lorenzo veste ufficialmente i panni Honda:"siamo il team con più titoli"

Lorenzo veste ufficialmente i panni Honda:

Poi il colpo di mercato a sorpresa che ha spiazzato l'intero mondo del paddock, lasciando sfregare le mani degli appassionati, che non vedono l'ora di assistere ad una delle sfide più emozionanti dell'ultimo decennio.

MotoGP: Lorenzo carico per la nuova esperienza in Honda. Ecco casa ha detto il cinque volte campione del mondo. "Sono molto orgoglioso di appartenere a questa famiglia e di essere in grado di contribuire alla squadra ancora piu' forte".

Il maiorchino ha affermato di sentirsi grato di essere parte di uno dei più importanti Team della storia del Motomondiale. Ha collezionato tanti successi e titoli. Per confrontarli a una squadra di calcio, sarebbero il Barça o il Real Madrid. Non esiste una squadra con più titoli e più importanza a livello mondiale di questa. La moto che guidavo prima (la Ducati) era diversa, era molto grossa. La Honda mi si adatta meglio in termini di dimensioni. Da un lato è più difficile, perché quando si è con la stessa moto si va sempre meglio e si conoscono più segreti e si raggiunge il massimo con più facilità. Mi sento più sicuro quando entro in curva, perché ho molta più confidenza. "La prima impressione è stata positiva, ho visto tanto potenziale", ha spiegato.

Cosa significa per te far parte del Team Repsol Honda?

In quegli istanti la tua espressione parla per te. Inoltre, se la sensazione iniziale è buona, puoi dire ancora di più dalla tua espressione.

Lorenzo veste ufficialmente i panni Honda:
Lorenzo veste ufficialmente i panni Honda:"siamo il team con più titoli"

Sono già stati apportati cambiamenti tra i test a Valencia e Jerez.

"Una delle cose che mi ha colpito di più è stata la capacità del Repsol Honda Team di reagire, fornendo ciò che avevo richiesto. Sono stato piuttosto chiaro, la Honda ha preso nota di tutte le mie indicazioni e in pochi giorni avevano tutto pronto, compreso un serbatoio quasi al 100% vicino ai miei gusti".

Una riflessione è stata anche dedicata al suo nuovo compagno di box, Marc Marquez. Cercherò di imparare dai suoi punti di forza, e credo che lui cercherà di imparare dai miei. Ci sproneremo l'un l'altro: "io voglio battere lui, e lui vorrà battere me, e questo fa crescere sempre la squadra e aiuta a fornire nuovi progressi tecnici per la moto". Cosa significa questo per te?

"Venticinque anni sono lunghi". Quando la Repsol ha iniziato a sponsorizzare il team Honda nel 1995, è stato quando io ho iniziato a guardare le gare motociclistiche in televisione. Anche Marc li ha. È una squadra di grande successo, con molte vittorie e titoli mondiali, e ora avrò l'onore e il piacere di appartenervi. I 50 anni di sponsorizzazione di Repsol? È stato il primo in Spagna e la persona che ha potenziato lo sport in questo paese. "È fantastico che Repsol lo abbia supportato in quel momento".