Legalizzare la cannabis? Salvini: "Non passerà mai! Paese ha altre urgenze"

Legalizzare la cannabis? Salvini:

"Siamo certi che molti sostenitori, ed eletti, della Lega sono privatamente a favore, in politica occorre assumersi delle responsabilità, niente di meglio che discuterne liberamente e apertamente nelle sedi opportune", scrive l'ex senatore Radicale Marco Perduca dell'Associazione Luca Coscioni, che fa sapere come abbiano raccolto oltre 68mile firme per chiedere una regolamentazione legale della produzione, consumo e commercio della cannabis e per depenalizzare l'uso e detenzione di tutte le altre sostanze.

Cannabis: Salvini: "La legge M5s non passerà". Noi portiamo avanti le campagne come due forze politiche che stanno insieme in un contratto. La legalizzazione della cannabis, secondo Mantero, consentirebbe inoltre "un risparmio dei costi legati alla repressione penale del fenomeno e riassorbirebbe buona parte dei profitti criminali del mercato nero, stimato in Italia in circa 30 miliardi di euro".

Pochi giorni fa, infatti, il senatore M5S Matteo Mantero (vicino al "compagno" Roberto Fico e schierato con i sindaci rossi contro il dl Sicurezza), aveva annunciato: "Ho depositato un disegno di legge in materia di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis e dei suoi derivati".

Tra gli altri, ad essere d'accordo con il leader leghista Salvini è anche il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio. Il tema, ha sottolineato Salvini, "non è nel contratto di governo". "Esiste il contratto di governo - dice all'AdnKronos Mantero - ma anche la Costituzione, che dà al Parlamento la centralità del potere legislativo". Centinaio ha parlato a margine di un'iniziativa di Coldiretti Toscana a Firenze.