Italiano scomparso in Burkina Faso, il padre: Probabilmente rapito

Italiano scomparso in Burkina Faso, il padre: Probabilmente rapito

PREMIER CANADA: EDITH E' VIVA "Edith Blais è viva, non ci sono indicazioni contrarie".

"Per quanto ne so sì, è ancora viva", ha detto Trudeau rispondendo alla domanda di un giornalista, "In base a quello che so finora, non mi è stato comunicato nient'altro se non che si ritiene che sia viva".

Da allora, alcuni poliziotti federali canadesi sono stati dispiegati in Burkina Faso per ritrovare Blais e conducono le loro ricerche in coordinamento con inquirenti italiani e del Burkina Faso, ha riferito ad AFP un alto funzionario canadese coperto dall'anonimato. Parole che danno speranza quelle di Justin Trudeau, primo ministro canadese, sulla 34enne Edith Blais, la donna scomparsa il 15 dicembre scorso assieme al suo amico italiano Luca Tacchetto, mentre si trovavano in Burkina Faso. Tacchetto, architetto padovano di 30 anni, prima di sparire ha mandato un messaggio agli amici spiegando che, anziché andare direttamente dal Burkina Faso al Togo, si sarebbero dovuti prima procurare un visto.

Intanto sono arrivate le dimissioni del premier del Paese africano, Paul Kaba Thieba, e del suo governo. Sul fronte italiano, invece, stando a quanto scritto dal sito del Corriere si preferisce non diffondere altri dettagli per non mettere a rischio la vita dei due ostaggi: al momento si lavora per verificare i dettagli forniti dai rapitori per dimostrare che i ragazzi non sono stati uccisi.

Il Globe adn Mail, testata canadese, riferisce di una visita ai familiari della compagna di viaggio di Tacchetto, da parte del ministro per gli Affari esteri del governo di Ottawa, Chrystia Freeland, accompagnata da Marie-Claude Bibeau, ministro per lo Sviluppo internazionale. Fonti della Farnesina fanno notare che è necessario il massimo riserbo sulla vicenda. "Pensiamo a un rapimento a fini economici o politici", ha detto Nunzio Tacchetto ai media.

Gli sviluppi sulla sparizione di Tacchetto e di Edith Blais arrivano a poche ore di distanza da altri due fatti, uno di cronaca e l'altro politico, che sembrano comunque collegati.