Inter-Benevento di Coppa Italia in diretta TV e in streaming

Inter-Benevento di Coppa Italia in diretta TV e in streaming

Nella ripresa apre subito Lautaro Martinez, mentre Insigne jr.su punizione accorcia al 59'. Arrivano i complimenti per i propri ragazzi dall'allenatore toscano: "Si sono fatti trovare pronti: in queste gare il rischio è quello di abbassare un po' il livello, invece hanno approcciato in maniera perfetta alla settimana". "È fuori prezzo per tutti".

In conferenza stampa dopo Inter-Benevento, il tecnico nerazzurro Luciano Spalletti ha parlato della situazione di Joao Miranda, accostato anche alla Roma: "Per quanto riguarda Miranda, sempre un problema di ciò che si dice, delle amicizie dentro l'Inter di gente che fa uscire delle cose". Così però indebolisono l'Inter. E in effetti nel giro di 7 minuti i nerazzurri piegano la flebile opposizione del Benevento, sesto in serie B, che comunque si è presentato a San Siro con la sua formazione migliore. La Coppa Italia è l'occasione per far debuttare Ranocchia e Padelli e per rimettere Lautaro dietro a Icardi nel 4-2-3-1: la coppia dura 45' (poi Mauro sul 3-0 si riposa in vista del Sassuolo), piace, ma andrebbe rivista contro avversari meno "lontani". Autori del gesto alcuni tifosi nerazzurri che hanno contestato la decisione del giudice sportivo di far disputare due gare a porte chiuse (contro Benevento e Sassuolo, anche se per il secondo match sugli spalti ci saranno i bambini) dopo i cori razzisti rivolti all'indirizzo di Koulibaly il 26 dicembre in Inter-Napoli. "La maggioranza non ha ululato ma un suo diritto e' stato calpestato". Non è lo spettacolo che andiamo a richiamare: se di spettacolo si parla, è perché c'è il pubblico che viene allo stadio e si diverte.

Il fischietto sassarese (è di Calangianus), classe 1988, ha infatti diretto Inter-Benenvento, match valido per gli Ottavi della Coppa Italia.