Il caso Per Michael Jackson nuove accuse di abusi sessuali su bambini

Il caso Per Michael Jackson nuove accuse di abusi sessuali su bambini

Farà il suo debutto al Sundance Film Festival, che si terrà dal 24 gennaio al 3 febbraio prossimi, il documentario Leaving Neverland di Dan Reed, prima di essere trasmesso su Hbo la prossima primavera.

Insieme a Leaving Neverland il Sundance presenterà The Brink, un documentario su Steve Bannon e sul tempo che ha passato lavorando per la Casa Bianca di Trump.

A partire dal 1993, infatti, vennero allo scoperto diverse accuse nei confronti della star del pop che lo ritenevano colpevole di aver attirato nella sua favolosa magione Neverland (un ranch con tanto di giostre e varie attrazioni) alcuni bambini con la scusa di diventare loro amico, ma poi di aver in realtà approfittato di loro.

"Come una delle icone più famose al mondo, Michael Jackson rappresenta molte cose per molte persone: una popstar, un uomo, un idolo amato".

Ancora una volta però si tratta di accuse.

Gli amministratori del patrimonio di Jackson, John McClain e John Branca, e gli eredi hanno rilasciato un comunicato dichiarando deplorevole il comportamento del regista; hanno inoltre definito il documentario "un patetico tentativo di sfruttare e guadagnare sull'immagine di Michael Jackson". Ormai trentenni, i protagonisti raccontano la storia di come sono stati abusati sessualmente da Jackson e come sono venuti a patti con tale trauma anni dopo. Il progetto, della durata di quattro ore, si concentrerà sulle vicende che riguardano Michael Jackson e le accuse di violenze su minori che a un certo punto emersero nel corso della carriera del cantante. In queste due storie separate ma parallele, i ragazzi sono stati entrambi aiutati da Jackson, che li ha invitati nel suo singolare e meraviglioso mondo, e" continua la trama "sedotti dalla fiabesca vita del cantante, affascinati dal loro rapporto con lui.

La pellicola è una vera e propria denuncia di pedofilia nei confronto di Michael Jackson che ricordiamo è stato assolto da tutti i capi di accusa il 13 giugno 2005.