Huawei pronta a presentare il primo smarphone pieghevole 5G

Huawei pronta a presentare il primo smarphone pieghevole 5G

Huawei presenterà il suo prossimo smartphone 5G (ma anche pieghevole) al prossimo MWC 2019 di Barcellona.

La notizia è stata diffusa direttamente dal CEO di Consumer Business Group dell'azienda, Richard Yu, attraverso l'agenzia di stampa Reuters, che di per se è fonte molto attendibile.

Una conferma importante, considerata anche l'importanza di Huawei all'interno nel mondo smartphone, che potrebbe fare da traino per il futuro, smuovendo anche concorrenti di prestigio come Apple (che si è dichiarata non interessata per il momento al 5G e su cui non emergono ancora dettagli certi per un eventuale dispositivo pieghevole). Fornirà le connessioni ad alta velocità necessarie per un'intelligenza pervasiva.

Si chiamerà Balong 5000 e, a detta dei vertici di Huawei, sarà il modem più potente al mondo.

Alla luce delle incertezze, ha spiegato il Ceo di Vodafon Nick Reid "abbiamo deciso di sospendere" gli acquisti di apparecchiature Huawei, pur riconoscendo alla società cinese di "essere aperta e lavorare duro" per superare lo stallo.

Il chipset contiene la latenza e il consumo energetico durante lo scambio di dati tra diverse modalità e punta a garantire l'esperienza dell'utente nelle prime fasi della distribuzione commerciale 5G.

Il router dispone della connettività WiFi 6 per una velocità massima di 4,8 Gbps e supporta lo standard HiLink per connettersi ai dispositivi IoT di Huawei.

Balong 5000 supporta sia architetture di rete standalone che non standalone (NSA) per 5G.

Come Samsung, Huawei vuole dimostrare i suoi progressi nel campo pieghevole (un campo che sta diventando molto competitivo) e vuole farlo di fronte un vasto pubblico internazionale con un dispositivo quasi pronto per l'uso. Oltre alle case, Huawei 5G CPE Pro può essere utilizzato anche da piccole e medie imprese per l'accesso a banda larga superveloce.