Entrate, 2,8mln e-fatture in 4 giorni, scarto solo 6%

Entrate, 2,8mln e-fatture in 4 giorni, scarto solo 6%

Per Confesercenti l'avvio del nuovo metodo di fatturazione è stato "tutto sommato positivo" nonostante qualche intoppo tecnico e qualche incertezza degli operatori. "Senza chi emette fattura, nessuno avrebbe la possibilità di avere degli stipendi".

In tutti gli altri casi, la fattura elettronica si trasmette attraverso il SdI in formato Xml.

Proprio a partire dalla denuncia del Garante della Privacy, l'Associazione Nazionale Commercialisti ha presentato al Tribunale Civile di Roma un ricorso proprio contro l'Agenzia delle Entrate con la richiesta di un differimento dei tempi di entrata in vigore del sistema di fattura elettronica obbligatorio almeno fino a quando non saranno risolti tutti i potenziali vizi che implica.

La fattura elettronica va necessariamente redatta utilizzando un pc, un tablet o uno smartphone.

Non mancano quelli che si lamentano dell'eccessiva macchinosità del "marchingegno complicatissimo" che renderà difficile, dicono, la vita a chi già fattura tutto mentre non impatterà minimamente sulle vite di evasori e nullafacenti. "E' evidente che chi ha scritto queste diposizioni non ha mai emesso fattura".

La notizia, che verrà confermata da apposito decreto collegato alla Legge di Bilancio 2019, è stata accolta con perplessità, se non addirittura con paura e sconforto da migliaia di imprenditori ma, anche, da medici e proprietari di strutture sanitarie come i poliambulatori.

Nota bene: il contributo, previsto negli anni 2019 e 2020 per l'acquisto o l'adattamento degli strumenti mediante i quali effettuare la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi, sarà concesso sotto forma di credito d'imposta. La fattura elettronica è obbligatoria non solo tra soggetti Iva (operazioni B2B, cioè Business to Business), ma anche tra un operatore Iva e il consumatore finale (operazioni B2C, cioè Business to Consumer). Così, ad esempio, per una prestazione effettuata il 7 gennaio, la fattura dovrà essere emessa entro il 15 febbraio. Andiamo a scoprirlo insieme nelle righe che seguono, per provare a capire se ci troviamo davanti ad una novità così negativa, oppure se potremmo trarre benefici da questo cambiamento in arrivo. È possibile inviare una fattura direttamente all'indirizzo Pec fornito dal cliente? C'è chi ha detto che la fattura elettronica era inutile ai fini della lotta all'evasione, chi ha spiegato che era un'inutile complicazione e chi ha chiesto al governo Conte di rinviare l'obbligo al 2022.

I concessionari sono esonerati dall'obbligo di fatturazione elettronica relativo a contratti di sponsorizzazione e pubblicità in capo alle associazioni sportive dilettantistiche. Per le Entrate il raffronto con la prima fase di applicazione della fattura elettronica nel solo ambito della Pubblica amministrazione è più che incoraggiante, visto che allora i margini di errore raggiungevano il 30%.