Doping, ciclista 90enne trovato positivo: l'USADA gli toglie il titolo

Doping, ciclista 90enne trovato positivo: l'USADA gli toglie il titolo

Va subito precisato che Carl Grove, l'ultra novantenne, fenomeno della pista [VIDEO] nei campionati Master, non è stato squalificato.

Parliamo nello specifico di Carl Grove, arzillo "vecchietto" statunitense, che è stato notificato dall'USADA (l'agenzia anti-doping degli Stati Uniti) per essere risultato positivo a un controllo relativo al Campionato nazionale di ciclismo andato in scena lo scorso luglio a Breinigsville (Pennsylvania). E un primato quasi certamente lo ha battuto: è risultato positivo per uno steroide anabolizzante (epitrenbolone) al successivo test antidoping.

Però ha ricevuto una lettera di avvertimento, come riportato dalla Gazzetta dello Sport. Secondo l'Usada, la presenza di questa sostanza proibita è dovuta dal consumo, il giorno precedente alla competizione, di carne contaminata proveniente da allevamenti che utilizza ormoni della crescita. Sempre le stesse indagini sono giunte alla conclusione che la positività all'epitrenbolone sia stata causata da carne contaminata che Grove ha mangiato la sera prima dell'evento sportivo. Grove, che aveva vinto la medaglia d'oro (con tanto di record del mondo) nella categoria 90-94 anni sia nell'inseguimento individuale che nella prova contro il tempo, in quanto anche unico concorrente in pista, è stato oggetto di ammenda da parte della USADA, l'agenzia antidoping americana.