Donna in coma da oltre 14 partorisce: si indaga per stupro

Donna in coma da oltre 14 partorisce: si indaga per stupro

La polizia della città di Phoenix negli Stati Uniti ha avviato un'indagine sul probabile stupro in una clinica di una donna che ha dato alla luce un bambino mentre era in coma, secondo il portale locale Arizona's Family. A riferire la notizia al pubblico è stata l'emittente KPHO-TV che è la filiale della CBS a Phoenix. La donna si trova in stato vegetativo da 14 anni dopo essere stata salvata da un annegamento: il personale della struttura per mesi è rimasto ignaro della gravidanza, che è andata avanti senza problemi. Fino a quando, sul finire di dicembre, la donna ha iniziato a dare segnali inconsueti colti da un'infermiera che le stava accanto. Da allora non è cosciente e ha bisogno di assistenza 24h.

Il bimbo, venuto alla luce lo scorso 29 dicembre, è sanissimo.

Le forze dell'ordine stanno indagando sullo stupro, ma nessuno ha rilasciato ulteriori dettagli sul calvario della donna, né su come abbiano intenzione di rintracciare il suo aggressore. "Di sicuro la fiducia nel centro Hacienda HealthCare è rotta". "In qualità di fornitore di assistenza sanitaria - continua la struttura - non possiamo commentare nulla sui pazienti a causa delle leggi sulla privacy federali e statali". Il portavoce della struttura sanitaria, David Leibowitz, ha poi aggiunto che "l'organizzazione, Hacienda HealthCare è pienamente impegnata a raggiungere la verità su ciò che, per noi, rappresenta una questione senza precedenti". Restano ad esempio prive di conferma le indiscrezioni secondo cui il personale sanitario sia stato sottoposto al test del DNA. E visto che la donna non ha mai avuto risvegli, né è mai uscita dalla sua stanza, si è aperto il lato più tragico della vicenda.