Di Maio contro Bankitalia: "Da tempo non azzecca previsioni"

Più prolisso ma comunque festante il Ministro dell'Economia e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio: "Condivido con voi questa fantastica notizia: da oggi il Reddito di Cittadinanza è realtà!". Il reddito di cittadinanza "è una misura di reinserimento al lavoro, non è assistenzialismo, abbiamo progettato il più grande investimento in capitale umano della storia d'Italia", ha dichiarato il vicepremier Luigi Di Maio.

Per quanto riguarda i fondi che sono necessari non è proprio chiaro da dove verranno presi per questo, durante il lungo incontro, si arriverà anche a risolvere questo punto importante.

Una scelta che non passa inosservata, se si pensa alle polemiche nate nei mesi tra gli alleati di governo sul reddito di cittadinanza, che fino all'ultimo momento rischiava di non essere approvato.

"Tutti quelli che vogliono contribuire alla stesura del testo - aggiunge rispondendo a chi chiede dell'esclusione lamentata da molti - potranno farlo, ci sono 60 giorni per convertirlo". Si tratta di "stime apocalittiche - ha detto Di Maio - che arrivano dalla stessa Banca d'Italia che ci ha lasciato le banche in queste condizioni perché non ha sorvegliato". E' così che hanno massacrato la sanità in tutta Italia. "E' una misura economica che deve iniettare in economia quei miliardi di euro che noi stanziamo". "Ci abbiamo messo 7 mesi per scriverlo, lo abbiamo fatto in tempi record", sono state apportate "tante variazioni di norma per non creare un sistema assistenzialistico" Le imprese, assicura poi, "sono al centro, avranno un giovamento attingendo dalla platea" di chi attinge al reddito.