Bimbo caduto nel pozzo, inizia il salvataggio e lo scavo verso Julen

Bimbo caduto nel pozzo, inizia il salvataggio e lo scavo verso Julen

In superficie è iniziata una veglia per assistere la brigata dei minatori in questo ultimo decisivo impegno. Intanto i soccorritori procedono su turni, due persone alla volta e non per non più 35 minuti.

Francisco Delgado Bonilla, deputato e presidente dell'associazione dei vigili del fuoco di Malaga, ha spiegato l'ultima fase dei soccorsi a Julen: "Questa operazione è delicata e difficile, ma abbiamo messo in campo i migliori specialisti di tutto il paese". Quando il padre di Alfredino rincasò, il piccolo non era ancora arrivato.

Oggi, venerdì 25 gennaio, il mondo conoscerà le sorti del piccolo Julen Rosellò, il bimbo di 2 anni e mezzo caduto - ormai 12 giorni fa - in un pozzo nei pressi di Totalán (centro rurale alle porte di Malaga [VIDEO]).

A questo punto - si legge - l'obiettivo è scavare a mano un breve tunnel di collegamento con il cunicolo, poi si potrà procedere con il recupero del bambino. Le possibilità di trovare il bambino ancora vivo sono sempre più basse.

Il 22 gennaio un imprevisto aveva rallentato i lavori: i tubi che devono rafforzare e rivestire le pareti del tunnel scavato per fare passare i minatori per arrivare all'angusto pozzo dove si trova il bambino avevano una misura sbagliata e non si adattavano al tunnel scavato. I tecnici, che stanno scavando un tunnel orizzontale di 3,8 metri per raggiungerlo, hanno fatto detonare l'ultima microcarica. Ad occuparsi del tunnel orizzontale sarà un'équipe specializzata nei salvataggi in miniera.

Totalan (Spagna) - Pochi centimetri separano i soccorritori da Julen, il bimbo di due anni intrappolato in un pozzo nel sud della Spagna da ormai tredici giorni. L'unico segnale della sua presenza, riferiscono i soccorritori, sono alcuni capelli trovati nel pozzo che combaciano con il suo dna.

AGGIORNAMENTO ALLE 17,30 DALLA SPAGNA- In diretta a Pomeriggio 5 la giornalista che segue il caso dalla Spagna fa sapere che i soccorritori si sono avvicinati moltissimo al posto in cui il piccolo Julen dovrebbe trovarsi.