Banche incerte dopo mossa Governo su Carige. Quali scenari ora?

Banche incerte dopo mossa Governo su Carige. Quali scenari ora?

Intervento lampo del governo per salvare Banca Carige.

Il decreto Carige approvato dal Cdm, si legge infine nel comunicato al termine del Cdm, "in linea di continuità con il provvedimento di amministrazione straordinaria recentemente adottato dalla Bce", mira a consentire ai commissari "iniziative utili per preservare la stabilità e la coerenza del governo della società, completare il rafforzamento patrimoniale già avviato con l'intervento del Fondo Interbancario dei Depositi, proseguire nella riduzione dei crediti deteriorati e perseguire un'operazione di aggregazione che consenta il rilancio della banca, a beneficio della clientela". L'esecutivo ha convocato un Consiglio dei ministri, durato una decina di minuti, con all'ordine del giorno un decreto legge con "disposizioni urgenti per la tutela del risparmio nel settore creditizio", misure che puntano a dare un supporto all'istituto ligure commissariato dalla Bce. "Il Governo, nel Consiglio dei Ministri di questa sera, ha approvato un decreto legge che interviene a offrire le più ampie garanzie di tutela dei diritti e degli interessi dei risparmiatori della Banca Carige", fa sapere Giuseppe Conte, "in modo da consentire all'amministrazione straordinaria di recente insediata di perseguire in piena sicurezza il processo di consolidamento patrimoniale e di rilancio delle attività dell'impresa bancaria". Le misure, si legge in una nota, sono state prese "in stretto raccordo con le Istituzioni Comunitarie, tali garanzie saranno concesse nel pieno rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato". "Matteo Salvini e Luigi Di Maio devono solo vergognarsi", il commento del senatore Pd in un video, postato sui suoi canali social.

Nel corso dell'incontro i Commissari (Fabio Innocenzi, Raffaele Lener e Pietro Modiano) hanno formulato una proposta "volta a porre le basi della ridefinizione delle condizioni del prestito subordinato di 320 milioni di Euro sottoscritto dallo SVI in data 30 novembre 2018 tali da garantire la sostenibilità nel quadro del piano industriale in corso di preparazione e della prospettata aggregazione". Nel colloquio si sarebbe affrontato il possibile intervento della Sga, la bad bank del Tesoro, che potrebbe rilevare un pacchetto di 2,8 miliardi di crediti deteriorati della banca protagonista, negli ultimi anni, di un 'calvario' fatto di aumenti di capitale, stress test falliti e crollo del titolo in Borsa (sospeso sine die dopo il commissariamento). La decisione del governo di intervenire per il salvataggio di Carige, infatti, a più di qualcuno è apparsa in contraddizione con l'orientamento gialloverde manifestato in più di un'occasione riassunto nello slogan:"Dal governo non un euro alle banche". Lo schema volontario del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi valuterà la richiesta, avanzata dai commissari di Banca Carige, di ridurre il tasso del 16% del bond emesso dall'istituto ligure, secondo quanto si apprende da fonti vicine al Fitd.

A favorire inizialmente gli acquisti sui titoli del settore bancario hanno contribuito le ultime novità su Banca Carige, le cui azioni intanto continuano a rimanere sospese dalle contrattazioni, dopo che l'istituto è stato posto in amministrazione straordinaria dalla BCE lo scorso 2 gennaio.