Apple: iPhone XS Max in fiamme nelle tasche del proprietario

Apple: iPhone XS Max in fiamme nelle tasche del proprietario

Per questa ragione l'accordo tra Apple e Foxconn per produrre iPhone in India top di gamma potrebbe non avere di mira solo il mercato interno, anche se con la produzione locale Cupertino riuscirebbe ad evitare dazi e tasse di importazione per contenere i prezzi finali. Per questo Apple sembra aver deciso di produrre in loco anche gli iPhone di ultima generazione, anche se al momento si parla solo ed esclusivamente dell'iPhone X.

Verso le 15 del pomeriggio, Hillard si è accorto che qualcosa non andava: uno strano odore emanato dai suoi pantaloni desta nell'uomo dei sospetti, ma in pochi secondi dalla tasca posteriore dei pantaloni lo stesso inizia a percepire calore e bruciore.

Se la notizia sarà confermata da Cupertino nei prossimi giorni, questo sarebbe un ulteriore segnale di crisi della società californiana che negli ultimi mesi è ampiamente al di sotto del suo picco storico di 1.000 dollari ad azione.

Dal momento che ho notato le fiamme alla rimozione dei pantaloni, per rimuovere lo smartphone e lasciarlo all'aperto, ho inalato molto fumo. Non c'è bisogno di dire che i vestiti si sono danneggiati.

Così come riferisce iDropNews, il cliente si sarebbe quindi rivolto ad Apple, per chiedere la sostituzione del dispositivo: la società ha trattenuto il device, per effettuare tutti i controlli di rito sulle cause che potrebbero averne causato l'esplosione, ma non avrebbe immediatamente provveduto a fornire un secondo iPhone. Unendo un'altra persona con un estintore, Josh Hillard uscirà finalmente con buchi, una bruciatura superficiale ... e un iPhone XS Max buono per rompere.

Da qui, ha provato a mettersi telefonicamente in contatto con l'assistenza di Apple Care e, dopo aver dovuto inviare foto del dispositivo esploso e dei relativi danni procurati, l'unica risposta data da Apple è stata quella di un nuovo iPhone sostitutivo.