Sylvester Stallone dice addio al personaggio di Rocky

Sylvester Stallone dice addio al personaggio di Rocky

Chiaramente, i fan hanno espresso grande tristezza per questo addio, ma sappiate che non tutti hanno preso sul serio le parole di Sly, e tra questi, figura anche il suo vecchio rivale Dolph Lundgren, ovvero Ivan Drago.

"È stato un privilegio creare e interpretare questo personaggio", ha scritto, "anche se mi si spezza il cuore purtroppo tutte le cose divengono. e si concludono". "Vi voglio bene e ricordate che Rocky non morirà mai perché vive dentro ognuno di voi". E niente paura, Rocky può avere attaccato i guantoni al chiodo, ma ci possiamo sempre consolare col ritorno di John Rambo.

Rocky Balboa è protagonista di sei film, l'ultimo dei quali risale al 2006, poi è ricomparso in "Creed" nel 2015, dove diventa l'allenatore di Adonis Johnson, interpretato da Michale B Jordan.

Creed II, diretto da Steven Caple Jr. Affrontare un avversario legato al passato della sua famiglia, non fa altro che rendere più intenso il suo imminente incontro sul ring. A dichiararlo, proprio nei giorni in cui Creed II sta sbancando al box office americano (in Italia arriverà il 24 gennaio 2019), è stato Sylvester Stallone in persona, che ha salutato il ruolo iconico su Instagram con un commovente video dietro le quinte del set del film.

Oltre a Jordan e Sylvester Stallone, nel cast troviamo Tessa Thompson, Wood Harris, Russell Hornsby, Florian "Big Nasty" Munteanu, Andre Ward, e Phylicia Rashad.